Ancos Confartigianato Viterbo ha donato un ecografo portatile alla Asl

NewTuscia – VITERBO – Questa mattina, presso la sala riunioni della Cittadella della salute di Viterbo, Ancos Confartigianato Viterbo ha donato un ecografo portatile alla Asl.

La strumentazione di ultima generazione, acquistata con fondi del 5 per mille, è già in dotazione del team Uscovid dell’azienda sanitaria viterbese ed è particolarmente utile perché consentirà ai professionisti impegnati da mesi sul territorio in varie linee di attività sul fronte COVID, di poter eseguire a domicilio delle ecografie polmonari, al fine di diagnosticare eventuali patologie a carico dei polmoni nonché di valutare l’evoluzione dell’insufficienza respiratoria che dovesse presentarsi in pazienti positivi al Coronavirus.

Presso la sede della direzione strategica della Asl, hanno partecipato all’incontro il direttore sanitario Antonella Proietti, il presidente di Confartigianato Imprese Viterbo, Michael Del Moro, il segretario provinciale dell’associazione di categoria, Andrea De Simone, Rodolfo Valentino per Ancos Confatigianato e una rappresentanza dei medici e degli infermieri operativi nei team Uscovid della Asl.

Ringrazio Confartigianato Viterbo – ha commentato Antonella Proietti – per questa ulteriore forma di collaborazione attivata con la nostra azienda a sostegno dei cittadini assistiti della Tuscia. Mi piace in quest’occasione ricordare il progetto ‘Un desiderio di Irene” che, insieme alla nostra équipe dell’Oncologia di Belcolle e alle associazioni di volontariato, abbiamo messo in campo per le pazienti oncologiche e che ha proseguito la sua attività anche nel periodo della pandemia. L’ecografo portatile è uno strumento davvero utile per il Team Uscovid. Una linea di attività avviata dalla nostra Asl per garantire un’assistenza sanitaria a domicilio per i pazienti con sintomi fortemente riconducibili a infezione da SARS-Cov-2 e per i cittadini positivi confermati e paucisintomatici, anche come filtro all’accesso inappropriato in Pronto soccorso e ai ricoveri. La diagnosi precoce, l’impostazione della terapia, il monitoraggio e il teleconsulto sono alcune delle azioni che in questi mesi si sono rivelate un utile strumento a sostegno dei medici e dei pediatri di famiglia nell’attività di presa in carico a domicilio dei bisogni di salute dei loro assistiti”.

“Anche se è il 10 agosto noi, prima di andare in ferie, abbiamo voluto contribuire ad arricchire i servizi alla comunità mettendo a disposizione della Asl di Viterbo, e nello specifico del team Uscovid, una strumentazione tecnica molto utile per rafforzare la rete domiciliare, tanto essenziale e concretamente operativa sul territorio – dichiarano Andrea De Simone e Michael Del Moro -. L’ecografo portatile donato alla Asl di Viterbo è stato acquistato da Ancos Confartigianato con i fondi del 5 per mille, risorse con cui da sempre l’associazione realizza progetti a beneficio delle comunità locali”.

“I servizi sanitari e la solidarietà non vanno in vacanza – commenta Rodolfo Valentino -, oggi siamo qui per questo, per rinnovare la nostra proficua collaborazione con la Asl che in questi anni ha portato a tanti progetti importanti. L’ecografo portatile per la prevenzione delle patologie polmonari è certamente un apparecchio utile che Ancos con grande soddisfazione ha voluto mettere a disposizione della Asl e dei cittadini della Tuscia“.

Un commento finale dal segretario nazionale di Ancos Confartigianato, Fabio Menicacci. “Quando il comitato provinciale ha proposto l’acquisto di questo apparecchio da donare alla Asl di Viterbo, il consiglio nazionale lo ha subito approvato di buon grado, perché obiettivo di Ancos è sostenere i servizi specie nei territori più piccoli – spiega -. Si tratta di un apparecchio che permette di effettuare diagnosi su pazienti che non possono spostarsi, ancora più utile in un momento delicato come quello che stiamo vivendo“.