Poste Italiane: la ripartenza è sempre più green

 Più sicurezza negli spostamenti e maggiore capacità di carico per i portalettere per un servizio di recapito più efficiente

I portalettere del Centro di Distribuzione di Via Ferroni ogni giorno percorrono oltre 6 mila chilometri e servono 31mila famiglie e 15mila piccole e medie imprese distribuite su Viterbo e altri 10 comuni

NewTuscia – ROMA – Poste Italiane è sempre più “green” a Viterbo. Infatti nel centro di distribuzione di via Ferroni, a Viterbo sono già operativi 6 nuovi tricicli termici a basse emissioni, per la consegna della corrispondenza e dei pacchi, a disposizione dei portalettere.

Le caratteristiche – I nuovi tricicli sono dotati di motore basso emissivo 125cm3 Euro5 che consente una velocità massima di circa 74 km/h, per un’autonomia di circa 270 km e di un vano di carico di 250 litri. La particolare conformazione a tre ruote ne aumenta la stabilità e la sicurezza per il conducente e permette l’installazione di uno speciale baule che aumenta la quantità di pacchi e lettere trasportabili, caratteristica ancora più importante visto il costante aumento, anche nella Tuscia, dei pacchi da consegnare grazie allo sviluppo importante dell’e-commerce registrato a seguito del lockdown. Sono circa 6000 i  chilometri percorsi giornalmente dai portalettere.

A completare il parco mezzi 50 automezzi, 6 motomezzi e 3 veicoli furgonati che consentono a i portalettere del Centro di Distribuzione di Via Ferroni di percorrere ogni giorno oltre 6 mila chilometri e di consegnare mediamente 1200 oggetti di posta registrata, 1400 pacchi e oltre 100 kg di corrispondenza ordinaria.

Il Centro, che comprende circa 97 operatori ( 77 portalettere più gli addetti alle lavorazioni interne e i ruoli di staff), coordinati dal responsabile Mirko Ridolfi, garantisce la consegna della corrispondenza su un territorio suddiviso in 59 zone di recapito che comprende, oltre a Viterbo, altri 10 Comuni (Bomarzo, Bassano in Teverina, Vitorchiano, Gallese, Vasanello, Vetralla, Soriano nel Cimino, Tuscania, Arlena di Castro e Tessennano) per un totale di circa 31mila famiglie e circa 15mila piccole e medie imprese distribuite negli oltre 33mila numeri civici.

Il rinnovo della flotta nell’ottica della sostenibilità – L’adozione dei tricicli termici a basse emissioni conferma, anche in provincia di Viterbo, la volontà di Poste Italiane nel garantire una maggiore sostenibilità ambientale su tutto il territorio nazionale e nel permettere una sempre maggiore diffusione della propria flotta “green” in tutte le regioni italiane.

Dal mese di febbraio è partita infatti in tutta Italia una nuova fornitura di mezzi “ecologici” per rendere sempre più vicina all’ambiente, agevole e sicura la consegna della corrispondenza. Il rinnovo della flotta aziendale è uno degli obiettivi di Poste Italiane che proseguirà per tutto il 2021, coinvolgendo numerose località su tutto il territorio nazionale.  

Con i nuovi tricicli termici, la mobilità di Poste Italiane diventa ancora più sostenibile, in linea con l’ESGEnvironmental Social and Governance, il piano d’azione in materia di sostenibilità ambientale e sociale che ha l’obiettivo di garantire la definizione degli indirizzi del Gruppo con ricadute positive per l’ambiente e per il territorio.

Poste Italiane