Civita Luogo del Pensare: da Cucinelli a Veltroni

In arrivo Dodi Battaglia (Pooh), Moser, Crepet, Galimberti e grandi firme del giornalismo

NewTuscia – BAGNOREGIO – Civita Luogo del Pensare, un’edizione 2021 con grandi nomi e il percorso della candidatura a patrimonio Unesco per Il Paesaggio Culturale di Civita di Bagnoregio al centro. Tra gli appuntamenti più attesi e voluti, in questo anno così importante, la lectio magistralis sulla bellezza e l’umanesimo dell’imprenditore del cashmere Brunello Cucinelli.

Cucinelli ha ricevuto un numero straordinario di riconoscimenti nazionali e internazionali per il suo “capitalismo umanistico”: nel 2018 l’Università degli Studi di Messina, ritenendo Brunello Cucinelli “pensatore concreto, promotore culturale e vero mecenate dei nostri tempi”, gli ha conferito il dottorato di ricerca in Filosofia honoris causa. Negli anni precedenti nobilissime per la sua realtà umana sono le prestigiose nomine a Cavaliere di Gran Croce al merito della Repubblica Italiana e quella a Cavaliere del Lavoro, consegnatagli dal Presidente della Repubblica, la Laurea ad honorem in Filosofia ed Etica delle relazioni umane, con cui l’Università degli Studi di Perugia gli ha voluto rendere omaggio, ed il Global Economy Prize, ricevuto dal prestigioso Kiel Institute for the World Economy con l’attestato di aver saputo “impersonare perfettamente la figura del Mercante Onorevole ”.

L’appuntamento è in programma alle ore 21 (orario d’inizio previsto per tutti gli appuntamenti in programma tranne il primo con Ferroni), in piazza San Donato a Civita, per venerdì 27 agosto. “Abbiamo lavorato con tempi strettissimi e in un contesto complicato per gli eventi e siamo doppiamente soddisfatti del risultato raggiunto. Sarà un’edizione con grandi nomi ma soprattutto con interventi e libri che riteniamo interessanti nel dibattito attuale. Ogni incontro sarà anche l’occasione per promuovere il lavoro di candidatura a Patrimonio dell’Umanità che stiamo portando avanti”. Le parole del sindaco Luca Profili.

“La cultura è al centro del modello di promozione e sviluppo del territorio che sta premiando tutti con gli importanti risultati che siamo riusciti a raggiungere e mantenere nonostante le difficoltà della pandemia – così l’amministratore unico di Casa Civita Francesco Bigiotti -. Abbiamo lavorato gomito a gomito con l’amministrazione comunale per portare a casa un programma interessante e che farà parlare sui giornali e sui social di Bagnoregio. Una promozione positiva a cui guardiamo con fiducia e ottimismo”.

Ad aprire il ciclo di incontri sarà Giulio Ferroni, autore del libro ‘L’Italia di Dante. Viaggio nel Paese della Commedia’. Un incontro che rientra negli eventi per i settecento anni dalla morte del sommo poeta che Bagnoregio ha onorato in questi mesi anche con il riconoscimento della cittadinanza onoraria a Dante. L’incontro con Ferroni è per venerdì 6 agosto alla Casa del Vento (ore 18).

Il 10 agosto è il turno di uno dei volti più noti del giornalismo italiano: Antonio Polito; per la presentazione del libro ‘La regola del cammino’;. Per il 14 agosto a Civita un duo d’eccezione: il chitarrista storico dei Pooh Dodi Battaglia e il campione del ciclismo Francesco Moser. Saranno sul palco insieme per parlare dei loro libri ‘Le mie 60 compagne di viaggio’ e ‘Francesco Moser’. A fine intervista è previsto un concerto in acustica di Dodi Battaglia.

Il 16 agosto Claudio Colaiacomo presenta a Civita il suo libro ‘Le incredibili curiosità di Roma’. Il 19 agosto è il turno di Mirko Zilahy con ‘L’uomo del bosco’; (Civita). Il 21 agosto arriva Costantino D’Orazio con ‘Vite di artisti eccellenti’ (Casa del Vento). Il 24 agosto in piazza San Donato a Civita ci sarà Walter Veltroni con ‘Il caso Moro e la Prima Repubblica’. Il 26 agosto è il turno di un altro big a

Civita: Paolo Crepet con ‘Oltre la tempesta’.

Il primo settembre, sempre alle ore 21, a Piazzale Biondini lo spettacolo di Emilio Solfrizzi ‘Roger’. Il due settembre arriva Umberto Galimberti alla Casa del Vento con ‘Cosa significa pensare’. Il 5 settembre lo spettacolo ‘Buoni da morire’; con Debora Caprioglio, Pino Quartullo, Gianluca Ramazzotti. Ultimo appuntamento con un altro grande nome del giornalismo italiano come Ezio Mauro (Casa del Vento) il 17 settembre.