La campagna itinerante vaccinazioni anti Covid fa tappa a Grotte Santo Stefano e a Sant’Angelo di Roccalvecce

NewTuscia – VITERBO – Prosegue anche nella Tuscia la campagna itinerante vaccinazioni anti COVID avviata dalla Regione Lazio.

Prossima tappa del camper della Asl di Viterbo sabato 31 luglio, a Sant’Angelo di Roccalvecce, in via Mura Saracene (locali ex scuole elementari), a partire dalle ore 9,30 e fino alle ore 12, e a Grotte Santo Stefano, presso il Centro Salute, in via Sicilia (ex scuole medie), dalle 13 fino alle 16,30.

All’interno della struttura mobile, i medici e gli infermieri dell’azienda sanitaria provvederanno a ospitare i cittadini ai quali sarà erogato il vaccino Johnson & Johnson che prevede una sola somministrazione e che non necessita di richiamo.

È possibile aderire all’iniziativa, presentandosi spontaneamente presso la postazione itinerante. Se le adesioni supereranno la disponibilità di dosi di vaccino per la giornata vaccinale, la Asl provvederà a organizzare una seconda tappa presso le stesse frazioni.

La presenza dei professionisti e del camper della Asl sul territorio rappresenterà anche un momento di confronto e un’occasione per la popolazione di chiedere chiarimenti, cercare risposte ai dubbi e avere informazioni sulla base dello stato di salute circa la soluzione più appropriata nella scelta del vaccino, nonché per valutare con il curante e con il medico vaccinatore eventuali controindicazioni.

Grazie alla collaborazione che, fin dall’inizio della pandemia, si è creata con il Comune di Viterbo – commenta il direttore generale della Asl, Daniela Donetti -,  in particolare con il sindaco Giovanni Arena e con l’assessore ai servizi sociali Antonella Sberna, abbiamo promosso numerose iniziative di sensibilizzazione e di promozione della campagna vaccinale, sia nella fase di sostegno alla prenotazione, con l’aiuto della Croce Rossa Italiana – comitato di Viterbo, sia ora a livello organizzativo per consentire alle fasce più fragili di accedere alla vaccinazione anti COVID, in un’ottica di prossimità. Ringrazio, infine, anche l’assessore Micci per il supporto che ha garantito all’iniziativa rivolta ai cittadini residenti in queste frazioni viterbesi”.