NewTuscia – VITERBO – Ore contate, forse, per i due rapinatori che, poco prima delle 12 di lunedì scorso, hanno fermato e rapinato un vigilantes di 43 mila euro, frutto dell’incasso di due negozi e che stava regolarmente depositando presso la società dove lavora. Ancora da chiarire le dinamiche che hanno portato al colpo. Sembra, però, che sia scattato un allarme nelle vicinanze e il vigilantes, distratto, sia stato poi fermato e derubato dei soldi insieme alla sua pistola d’ordinanza che, ad ora, non è ancora stata rinvenuta.

La Polizia sta stringendo il cerchio dopo il recupero di parte della refurtiva e delle auto rubate usate per il colpo, una Bmw nera, una Golf grigia e una Cinquecento, ritrovate sulla Cassia sud. Dentro il posto sulla Cassia  sud in cui dovrebbero avere avuto la base logistica i malviventi, sono state trovate banconote varie e un uomo di 51 anni che, della sua presenza, non ha saputo dare spiegazioni valide in relazione al colpo ed al materiale ritrovato.

Sono in corso indagini serrate delle forze dell’ordine nella zona del casolare per cercare di fermare i rapinatori in fuga e, nelle ore successive a lunedì, sono stati presi elementi interessanti che potrebbero rivelarsi utili alla loro cattura.