Ionel Pavel a processo con l’accusa di incendio doloso

NewTuscia – TARQUINIA – Rinviato a giudizio Ionel Pavel con l’accusa di aver dato alle fiamme il capannone e sette camion carichi di cereali dell’ex datore di lavoro. La prima data del processo è stata fissata ieri davanti al gup all’11 novembre 2022.

Già conosciuto per essere uno dei tredici arrestati nell’ambito dell’operazione Erostrato nel 2019, la nuova accusa lo vede imputato dalla procura della repubblica di Civitavecchia per incendio doloso aggravato dal fatto di averlo appiccato su impianti industriali, provocando alla vittima un rilevante danno patrimoniale. La notte tra i 5 e il 6 luglio 2014, nella zona artigianale di Tarquinia avrebbe dato alle fiamme il capannone, adibito a rimessaggio e officina, del suo ex datore di lavoro per vendicarsi del licenziamento.

Sarebbe stato riconosciuto dalla vittima tramite le foto degli arrestati di “mafia viterbese” divulgate tramite gli organi di stampa, inoltre sulla scena del crimine la scientifica aveva rilevato delle tracce di sangue su una porta sfondata presumibilmente appartenenti all’autore dell’incendio, permettendo così l’esame del Dna.