Confesercenti, Vincenzo Peparello ancora presidente. Lina Novelli coordinatrice imprese femminili

NewTuscia – VITERBO – Vincenzo Peparello è stato riconfermato all’unanimità presidente della Confesercenti di Viterbo. La rielezione è avvenuta nel corso dell’assemblea elettiva svolta a Bolsena alla presenza di una cinquantina di delegati durante la quale è stata nominata la nuova presidenza provinciale con l’ingresso di giovani imprenditori e imprenditrici. Lina Novelli è stata eletta, all’unanimità, presidente del coordinamento provinciale dell’imprenditoria femminile. Nei giorni precedenti sono stati eletti il presidente della categoria Fiarc (agenti e rappresentanti di commercio),Giulio Cevolo e dell’Anva (commercio su aree pubbliche), Alessandro Gregori, che faranno parte della presidenza provinciale assieme ai presidenti dei giovani imprenditori.

In apertura dei lavori è stata ricordata l’architetto Maria Giuseppina Gimma, vice presidente vicario, scomparsa nel mese di marzo.

L’assemblea della Confesercenti che ha dibattuto il tema “Affrontare l’emergenza, costruire il futuro. La programmazione negoziata per uno sviluppo sostenibile del territorio e delle imprese” si è svolta nei locali dell’Hotel Eden di Bolsena, era riservata ai soli delegati. Non erano invitati né politici né amministratori.

Subito dopo l’elezione Vincenzo Peparello, nel suo iontervento, dopo aver ringraziato i delegati per la rinnovata fiducia, ha compiuto un’accurata analisi dell’attuale situazione dopo sedici mesi difficilissimi, come quelli del 2020 e della prima parte del 2021, interamente dominati dal Covid e dalle sue conseguenze. I punti chiavi della relazione hanno riguardato, nel pieno rispetto dei temi generali proposti dalla Confesercenti, la scuola di formazione per dirigenti e per imprenditori; il mondo del credito con le sue esigenze; il rapporto con le università; la rigenerazione urbana; l’imminente programmazione europea 2021 2027; il turismo e l agroalimentare con le eccellenze del territorio che dovranno essere il volano per uno sviluppo sostenibile. “Dobbiamo ritornare primi nella graduatoria della competitività a livello europeo – ha dichiarato Peparello- E’ necessario recuperare le quote di mercato perse fin da prima della crisi pandemica.cioe’ dalla crisi strutturale del 2007. Bisogna puntare ad una programmazione negoziata per uno sviluppo sostenibile del territorio e delle imprese. E per questo – ha detto ancora il presidente – le infrastrutturee i collegamenti debbono essere  al primo posto nell’ agenda della politica e degli amministratori”.

Ampia e partecipata è stata la discussione sui ‘temi’ assembleari  è programmaticamente sviluppata attorno a tre  elementi: la nuova fase storica nella quale è entrata la società; i risultati raggiunti e le criticità riscontrate nelle attività dei quattro anni trascorsi; le proposte  programmatiche della Confesercenti nazionale che costituiscono la base di discussione per il lavoro futuro nell’arco di tempo del prossimo mandato congressuale. In particolare il dibattito è approdato a definizioni importanti: la necessità di  una Confesercenti più attrattiva e ospitale per le nuove generazioni di dirigenti associativi; politicamente incisiva tanto a livello nazionale quanto a livello regionale e territoriale; una organizzazione rinnovata nella capacità di offrire servizi innovativi, integrando l’offerta territoriale con una solida e innovativa offerta digitale in grado di garantire la massima capillarità di presenza e di iniziativa in tutti i territori.

L’assemblea ha anche proceduto alla nomina dei componenti dei Collegio dei Revisori e del Collegio di Garanzia; la designazione dei delegati all’Assemblea elettiva della Confesercenti del Lazio, che si terrà il 19 luglio e  dei delegati all’Assemblea elettiva della Confesercenti Nazionale.prevista per ottobre.

Ha chiuso i lavori, coordinati da Cosimo Peduto insieme ai membri del Comitato elettorale,  il presidente regionale Valter Gianmaria.

Sara redatto un documento che sarà presentato con una serie di proposte e programmi ai tavoli istituzionali prrima  delle elezioni amministrative.

Questi i componenti della nuova presidenza della Confesercenti di Viterbo: Rita Belardini, Renato Bacciadi, Alessandro Caiello, Massimo Cardoni, Deborah Castelli, Sergio Cesarini; Giulio Cevolo, Raimondo Chiricozzi, Sandro Cicci, Enrico Corsini, Giuseppe Costantini, Maurizio Eleuteri,  Fabiana Eramo, FabTiziana Fanti Sergio Forliti, Alessandro Gregori, Alessandro Lolli,   Aurelio Meloni, Adriano Mingarelli, Lina Novelli, Vincenzo Peparello, Francesca Peparello, Gino Pontecorvi, Daniele Rosati, Giulio Terri, Marco Filosa, Alessia Scali, Anastasia Siena, Sandra Zaccheroni.

Nella riunione prevista nei prossimi giorni saranno eletti i vice presidenti rappresentativi della varie categorie di settore che affincheranno il presidente e la presidenza per i prossimi anni.

Subito dopo saranno messi in cantiere incontri con tutte le forze politiche, le amministrazioni locali, i sindacati. Grande attenzione verrà posta alla cosituzione di veri partenariati pubblici – privati, ma anche tra priati, per varare progetti per l’internazionalizzazione dei prodotti e delle imprese con l’indispensabile apporto del sistema universitario.

Confesercenti  – Viterbo