NewTuscia – FABRICA DI ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.
Adesso è ufficiale: il Real Fabrica di Roma C5 è stato riconosciuto dalla FIGC come scuola calcio élite.
Sono soltanto tre le società della Tuscia che, tra calcio a 5 e calcio a 11, hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento: il Real Fabrica, appunto, e poi il Monterosi (Lega pro) e la Polisportiva Favl Cimini.
Tra le motivazioni che hanno portato il Real a compiere questo salto di qualità ce n’è una legata al comparto allenatori: nella società fabrichese, infatti, lavorano esclusivamente tecnici qualificati ????, dunque con patentino ufficiale.
 Il Real Fabrica ha altresì dimostrato di essere, in questi anni, una eccellenza dello sport viterbese con la vittoria del campionato di C2 e della fase regionale della coppa Italia di C1, che ha portato il team di Lucchetti a rappresentare il Lazio nella fase nazionale. Anche questo non è di certo passato inosservato agli occhi della Federazione.
L’altra grande novità che riguarderà la prossima stagione, dalla scuola calcio alla prima squadra, concerne invece il kit da gioco: il marchio internazionale Nike sarà infatti lo ??????? ??????? ????????? della società biancazzurra.
Nike, già sponsor di team come ??????????, ???, ????????? ? ?????????, consentirà agli iscritti di indossare abbigliamento di indiscussa qualità e di ottimo valore commerciale.
Tutto questo (e altro ancora) è stato illustrato dal presidente ??????? ????? e dai quadri dirigenziali nel corso dell’Open Day andato in scena nella giornata di sabato 10 luglio.
Bambine e bambini si sono radunati nel nuovo campo sintetico del Real Fabrica, costruito a proprie spese dalla società, e hanno disputato alcune partite sul manto erboso di ultima generazione.
Le famiglie, che il Real ha ringraziato per aver partecipato in massa, hanno avuto la possibilità di informarsi circa la prossima stagione sportiva e di entrare in contatto ???????????? con i tecnici che, da settembre, si prenderanno cura della crescita calcistica dei loro figli.
Come sosteneva Enzo Ferrari, “la passione non si può descrivere, ma solo vivere”.
E al Real Fabrica, alla luce del lavoro svolto, ogni dirigente la vive certamente con entusiasmo e professionalità.
 Real Fabrica