Ancora rifiuti a Viterbo da Roma, Marini (Fi): “Una vergogna”

 

Giulio Marini

NewTuscia – VITERBO – “Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, annuncia di aver firmato una nuova ordinanza, per trasferire, ancora una volta, i rifiuti di Roma a Viterbo. È l’ennesima vergogna, un ulteriore atto di arroganza, che dimostra tutta l’incapacità del Governatore e del suo assessore ai Rifiuti, Massimiliano Valeriani, ridotto a inutile passacarte. Viterbo dice basta: non accetteremo silenti questa folle imposizione e spiegheremo, con i dati, che i nostri impianti non sono in grado di accogliere ancora i rifiuti romani. Il sindaco Arena, del resto, lo aveva già detto a chiare lettere, ma a Roma fanno finta di non sentire. E stupisce che il segretario regionale del Pd, Bruno Astorre, anziché far sentire la sua voce, per tutelare tutte le Province e, dunque, anche la Tuscia, si comporti come un lacchè qualunque, applaudendo la scellerata decisione di Zingaretti, che scarica tutte le colpe sul sindaco della Capitale, Virginia Raggi. Le responsabilità del fallimento della gestione dei rifiuti romani vanno divise tra tutti gli attori della vicenda e la Regione non ha certo un ruolo da comprimario: Zingaretti ha confermato, una volta di più, di non saper governare, di non essere capace di risolvere un problema. Si dimetta subito, prima che sia costretto a farlo per la vicenda delle false giustificazioni per le assenze in Consiglio regionale”.

 

Lo dichiara Giulio Marini (Forza Italia), consigliere del Comune di Viterbo e delegato all’Ambiente della Provincia di Viterbo.