Covid, Bianchini: “Fermo il bonus filiera ristoranti”

NewTuscia – VITERBO – «Non c’è mai pace per il comparto dell’ospitalità a tavola. Il bonus filiera ristoranti, contributo a fondo perduto creato per sostenere i piccoli imprenditori del settore Horeca e il settore agroalimentare in genere, è fermo. Non viene erogato nonostante le promesse e quanto riportato dal Governo. “Un aiuto concreto per ripartire, 100% made in Italy”, si legge sul portale del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Ebbene, al netto degli slogan, di concreto pare ci sia ben poco. Da mesi, infatti, non viene dato corso alle decine di migliaia di pratiche inoltrate. E sempre da mesi ai telefoni del Ministero non risponde nessuno. Mai. È l’ennesimo schiaffone a un comparto in estrema difficoltà, quello dell’ospitalità a tavola, che vale il 30% del Pil, attrae turismo e rende grande l’Italia nel mondo. Uno schiaffone a dir poco autolesionista, per il nostro Paese, di cui fatichiamo a capire le motivazioni».

Lo ha dichiarato Paolo Bianchini, presidente dell’associazione di categoria MIO ItaliaMovimento Imprese Ospitalità.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21