NewTuscia – VITERBO – Straordinario successo a Viterbo della serata dedicata ai Preludi di Chopin, secondo appuntamento della rassegna “Estate alla Trinità – Incontri nel Chiostro” svolta nel complesso del Convento dei Padri Agostiniani alla Trinità. Un pubblico folto ed entusiasta che gremiva la Sala Mendel  ha seguito con grande attenzione l’ intero evento comprendente l’ ascolto guidato da parte del  musicista agostiniano Padre Giuseppe Scalella di alcuni brani di Fryderyk Chopin e che ha visto l’ applaudita partecipazione al pianoforte della pianista e compositrice Daniela Sabatini.
Esperta di musica polacca ed acclamata interprete chopiniana, la Sabatini ha evidenziato con la sua eccelsa arte interpretativa e con i suoi interventi musicologici la profonda religiosità di Chopin presente nel celeberrimo “Preludio della goccia” op.28 n.15 e nel  Preludio op.28 n.20, culminando la serata con un ‘ autentica preziosità musicale del grande musicista polacco: il Largo in Mi bem. magg.  ispirato all’ Inno “O Dio che la Polonia”.
Un’ iniziativa indubbiamente meritevole e di grande rilievo artistico e culturale che proseguirà lunedì 28 giugno alle ore 21 sempre alla Sala Mendel con l’ ascolto della 7° Sinfonia di Beethoven commentata da Padre Giuseppe Scalella e l’ interpretazione pianistica di capolavori beethoveniani da parte di Daniela Sabatini.