Roma, Lupo (M5s): “Regione faccia la sua parte, risolvere problema subito”

NewTuscia – ROMA – “Virginia Raggi si è detta infuriata per la questione rifiuti a Roma, ed ha ragione. La sua amministrazione ha trovato 250 milioni di euro di debiti in Ama perché nella migliore delle ipotesi nessuno aveva controllato, nella peggiore si erano tutti voltati dall’altra parte. In cinque anni sono state chiuse due discariche dalla Regione, dati alle fiamme più di mille cassonetti e ci sono stati due tentativi di incendio agli impianti della Capitale, di cui uno andato a buon fine e copriva un quarto dei rifiuti della città. Nonostante tutto, Virginia Raggi è riuscita a riportare i conti in ordine, ostinandosi, e ad avviare un’importante serie di investimenti per migliorare la raccolta: un piano assunzioni, nuovi mezzi, 30mila ulteriori cassonetti e nuovi impianti, solo per fare alcuni esempi. Tutte cose che, se Ama avesse avuto i conti in ordine, si sarebbero potute fare subito. In tutto questo quadro, la Regione, a cui spetta la funzione di pianificazione della gestione dei rifiuti compreso la gestione degli impianti di smaltimento, non ha collaborato. Non solo ha chiuso delle discariche, ma è stata arrestata anche la dirigente che si occupava dei rifiuti. Le 3 sentenze del TAR e quella del Consiglio di Stato parlano chiaro: Zingaretti e la Regione devono fare la loro parte. Virginia e il MoVimento stanno facendo la loro, nel solo interesse dei romani. Ognuno faccia la sua parte, ed il problema si può risolvere sicuramente”.

Così la senatrice del Movimento 5 Stelle Giulia Lupo.