Lazio: riqualificazione litorale, regione investe 21 milioni e premia 15 comuni

Zingaretti: entro 2023 sogno ciclabile da Pescia Romana a Minturno

NewTuscia – ROMA –  Rifacimento dei lungomare, miglioramento dell’accessibilità delle spiagge, realizzazione di piste ciclabili e pedonalizzazioni con incremento degli spazi verdi pubblici. Sono alcune delle tipologie di interventi che verranno realizzati da 15 comuni del litorale laziale attraverso i fondi del bando regionale “Piano degli investimenti straordinari per lo sviluppo economico del litorale laziale” che sono stati assegnati ai 14 progetti vincitori (uno verrà realizzato congiuntamente da due Comuni) presentati a Marina di Cerveteri durante l’evento “Un Mare di Miglioramenti”.

I sindaci di Ardea, Cerveteri, Pomezia, Civitavecchia, Fiumicino, Formia, Gaeta, Ladispoli, Minturno, Montalto di Castro, Pomezia, Ponza, Sabaudia, San Felice Circeo, Santa Marinella e Ventotene sono stati premiati dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e dell’assessore regionale allo Sviluppo economico, Paolo Orneli.

I progetti vincitori, prevedono un investimento complessivo di oltre 27 milioni di euro, dei quali oltre 21 milioni saranno finanziati dalla Regione, con un’intensità di aiuto che, a seconda dei progetti, andrà dal 54% al 90%. Gli interventi sono di vario tipo, si va da nuove piste ciclabili a percorsi pedonali a lavori di sistemazione dei lungomare, di valorizzazione di aree di pregio, di riqualificazione di parchi e puntano tutti al miglioramento del livello di benessere per chi vive i territori del litorale, i turisti e i residenti, e al rafforzamento della qualità dell’offerta culturale, turistica e ambientale.

“Dal 2013 al 2020 abbiamo speso oltre 100 milioni sull’economia del mare e ora ce ne sono altri 21 – ha detto Zingaretti – Io ho un sogno, se ce la facciamo entro il 2023, ma dovremo lavorare gomito a gomito con i comuni: una pista ciclabile che colleghi tutti i comuni del litorale da Pescia romana a Minturno. Stiamo lavorando col sindaco di Fiumicino per completare la ciclabile di quel comune e quindi potremo realizzare una pista che dal Colosseo possa portare i turisti in qualunque punto del mare del Lazio. Un grande progetto che parla al mondo”.

Zingaretti ha svelato che “l’idea dell’economia del mare mi è venuta un’estate mentre ero in seggiovia in Trentino Alto Adige e guardavo una montagna. Pensavo come alcune zone del nostro Paese siano diventate ricche grazie alla valorizzazione e alla tutela del territorio. Noi, viziati dalla bellezza della costa, per troppi anni abbiamo avuto un approccio al mare come utilizzo selvaggio e rendita fondiaria per fare la villetta, a prescindere dalla fruizione del nostro mare. Questo ha forse fatto ricco qualcuno, che ha venduto quanto costruito, ma ha impoverito la nostra comunità e le nuove generazioni”.

Invece “questa progettualità è importante perché abbiamo vinto la sfida del Covid – ha aggiunto Zingaretti – ora dobbiamo stare vicino alla paura delle famiglie e degli imprenditori di finire in povertà e non avere un futuro e dobbiamo rispondere investendo con una nuova economia che dia speranza. Se il mare diventerà sempre più un’opportunità, allora creeremo economia, benessere e lavoro”.

Il bando ha premiato gli interventi che prevedevano l’uso di nuove tecnologie per migliorare l’accessibilità pubblica e l’innalzamento della qualità dei servizi offerti, oltre a quelli che vedevano un coinvolgimento delle Università. Inoltre sono stati privilegiati i progetti attenti alla sostenibilità ambientale e che quindi prevedevano misure come: promozione del risparmio energetico, utilizzo di materiali eco-compatibili, riduzione dell’inquinamento luminoso, riduzione/riciclo dell’uso della plastica e del consumo dell’acqua potabile e uso di materiali riciclati.

“A questo bando inizialmente avevamo destinato 10 milioni ma abbiamo deciso di raddoppiare lo stanziamento quando abbiamo visto la qualità dei progetti arrivati dai comuni – ha spiegato Orneli – In questi anni abbiamo investito 48 milioni per finanziare 96 progetti su ciclabili, aree pedonali e accessibilità alle spiagge. Siamo stati l’unica regione italiana a mettere 9 milioni di euro in due anni nelle ultime due estati per aiutare i 24 comuni del nelle spese di sicurezza, pulizia e accessibilità alle spiagge. Infine, sono in corso di progettazione 38 opere di difesa della costa di 17 comuni con un investimento regionale di 51 milioni”.