Piscina comunale di Vallerano, l’opposizione invia esposto al Prefetto

NewTuscia – VALLERANO – Cosa è accaduto e cosa sta accadendo alla piscina comunale di Vallerano? A settembre dello scorso anno, l’A.S.D. DIMENSIONE NUOTO (società che gestisce la piscina comunale) comunicava tramite la sua pagina social che, a causa dell’emergenza sanitaria e delle nuove normative anti-Covid 19,  non avrebbe potuto riaprire perché non in grado di rispettare i nuovi protocolli per il distanziamento sociale.

Quando, come gruppo consiliare, siamo venuti a conoscenze di questo comunicato, abbiamo presentato un’interpellanza per capire meglio la situazione.

Nel consiglio comunale del 5 ottobre 2020 ci veniva riferito che la struttura non era, e non è tuttora, idonea alla riapertura stante la normativa relativa al Covid, e che l’amministrazione stava valutando se fare o meno i lavori di adeguamento e che si sarebbe riservata di verificare chi avesse dovuto sostenere gli eventuali costi.

 Nello stesso consiglio, ci era stato detto che sarebbe stato nominato un collaudatore, cosa che, da quanto apprendiamo, sta avvenendo ora, ben 8 mesi dopo.

Quest’ultimo, per chi non lo sappia, avrà il compito di verificare assieme agli uffici competenti che le opere siano state effettuate a regola d’arte.

Perché questo non è stato fatto 5 anni fa quando è stata riaperta la piscina? Vuol dire che fino a oggi nessuno ha mai verificato che la documentazione tecnico-amministrativa fosse regolare?

Questo è quello che emerge dalla discussione e dai verbali del consiglio comunale del 5 ottobre 2020.

Tutto questo è incredibile e inaccettabile!

Inoltre, da novembre 2016 (anno in cui è stata riaperta la struttura, rimasta chiusa dal 2012) la parte in cui insistono il campo di calcetto, il bar e l’area giochi, non è stata più presa in considerazione lasciandola completamente in stato di abbandono.

Sono circa un paio di anni che cerchiamo di avere progetti, certificazioni e tutto quello che concerne la documentazione tecnico -amministrativa della struttura, ma a oggi abbiamo avuto solo qualche foglio, sporadico e decontestualizzato.

In ultima battuta, in data 29 aprile 2021, abbiamo chiesto un incontro con gli assessorati e uffici preposti, senza avere alcun riscontro e, pertanto, ci siamo appellati alla Prefettura non solo per far valere il nostro diritto di accedere agli atti ma anche per  verificare e conoscere le condizioni della piscina comunale, che sta cadendo letteralmente a pezzi.

Valuteremo, infine, di ricorrere alla Corte dei Conti, per chiedere se sia stato arrecato un eventuale danno erariale all’ente.

Gradiremmo da chi di dovere, quindi, più che una risposta mediatica, una risposta fattiva e nelle sedi opportune.

GRUPPO DI OPPOSIZIONE CONSILIARE VALLERANO TRICOLORE