Il sindaco Paolo Dottarelli e i rappresentanti delle associazioni d’arma e combattentistiche hanno dato il benvenuto il 1° giugno al corteo storico. L’iniziativa celebra il 160esimo anniversario dell’Unità d’Italia
NewTuscia – BOLSENA – “A cavallo per l’Italia”, la staffetta da Torino a Roma organizzata da AssoMilitari per celebrare il 160esimo anniversario dell’Unità d’Italia ha fatto tappa il 1° giugno a Bolsena. A dare il benvenuto al corteo, il sindaco di Bolsena Paolo Dottarelli, che ha portato i saluti dell’Amministrazione comunale e della comunità bolsenese, e i rappresentanti delle associazioni d’arma e combattentistiche. L’accoglienza è stata curata dall’ufficio turistico di Bolsena, in collaborazione con l’associazione Via Francigena in Tuscia-Bolsena e il Corpo Italiano di San Lazzaro.
L’iniziativa di AssoMilitari, l’associazione nazionale graduati e volontari delle forze armate e corpi armati d’Italia presieduta dal maresciallo Carlo Chiariglione, è una rievocazione che “percorre” i 160 anni di storia della Penisola, dall’Unità d’Italia al presente: da Torino, prima capitale italiana, passando per Firenze, per arrivare il 2 giugno, Festa della Repubblica, a Roma, dopo aver percorso circa 1300 chilometri.
La staffetta è entrata nel Lazio il 31 maggio, per poi toccare i comuni della via Francigena. Durante le varie tappe è stata consegnata agli amministratori locali la comunicazione della fine dei moti rivoluzionari e la nascita del Regno d’Italia. Questo messaggio è idealmente identificato in un’opera pittorica realizzata da Giuseppe Marinelli, artista, professore, socio e collaboratore di AssoMilitari, che ha realizzato 160 copie, ognuna resa unica. Le copie non consegnate saranno messe all’asta e il ricavato devoluto all’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC), come anche ogni altra offerta eventualmente ricevuta per tale finalità attraverso l’evento.