Nuove tecnologie per la valorizzazione dei beni culturali: all’Unitus partono i corsi

NewTuscia – VITERBO – Il Dipartimento DEIM (di Economia e Impresa) dell’Università degli Studi della Tuscia e l’UER Academy dell’Università degli Studi Europea con il contributo del Distretto Tecnologico Beni e Attività Culturali (DTC) del Lazio hanno lanciato un innovativo programma di apprendimento permanente di livello universitario sulle nuove tecnologie per la valorizzazione dei beni culturali. Il programma prevede corsi brevi della durata di 8 ore e del costo di 400 euro ciascuno, fruibili in diretta streaming e on demand, che possono essere seguiti indipendentemente l’uno dalla altro, così da costruire un percorso formativo personalizzato. Ci saranno 2 cicli, il primo inizia il 21 maggio prossimo. Chiunque si può iscrivere, non ci sono restrizioni. I temi trattati, da docenti universitari ed esperti riconosciuti nei diversi settori, riguardano l’applicazione delle nuove tecnologie digitali e non, alla progettazione di interventi per la valorizzazione dei beni culturali, la tutela e la fruizione sostenibile, la comunicazione e la promozione, le partnership sul territorio. In particolare : realtà aumentata e tecnologie visuali interattive, big data e social media mining, intelligenza artificiale applicata ai beni culturali, comunicazione multicanale, biotecnologie microbiche per biorestauro, diagnostica innovativa, olografia interattiva, didattica interattiva, progettazione di interventi per la valorizzazione dei beni culturali, la tutela e la fruizione sostenibile, la comunicazione e la promozione, le partnership sul territorio.  Al link: http://www.unitus.it/it/dipartimento/deim/corsi-di-apprendimento-permanente-/articolo/corsi-di-apprendimento-permanente ci sono tutte le schede dei laboratori con i nomi dei docenti.

Per chi da tanti anni è impegnato nel settore questa è l’occasione per costruire la propria roadmap di utilizzo delle nuove tecnologie disponibili, ma è anche il modo migliore per i giovani che si avvicinano ora al mondo dei beni culturali per partire con il piede giusto a “disegnare” un modo nuovo di avvicinare il pubblico alla cultura: proprio come da decenni si fa nel design che riesce a coniugare funzionalità e nuove tecnologie con la creazione di un significato che rende unica e piacevole l’esperienza di utilizzo di un bene o di un servizio.

Vengono riconosciute le seguenti condizioni economiche di miglior favore nei seguenti casi:

– sconto del 40% sul prezzo di ciascun laboratorio per tutti gli iscritti fino al compimento del 30° anno di età

– sconto del 40% sul prezzo di ciascun laboratorio in caso di iscrizione contemporanea a un numero di laboratori da 5 a 10 – condizione applicabile anche nel caso di imprese e pubbliche amministrazioni che iscrivano contemporaneamente più dipendenti (es. iscrizione di un dipendente a 2 laboratori e di un altro dipendente a 3 laboratori)

– sconto del 20% sul prezzo di ciascun laboratorio in caso di iscrizione contemporanea a un numero di laboratori da 2 a 4 – condizione applicabile anche nel caso di imprese e pubbliche amministrazioni che iscrivano contemporaneamente più dipendenti (es. iscrizione di un dipendente a 1 laboratorio e di un altro dipendente a 2 laboratori).

Per info e programma di dettaglio:

http://www.unitus.it/it/dipartimento/deim/corsi-di-apprendimento-permanente-/articolo/corsi-di-apprendimento-permanente-

https://www.universitaeuropeadiroma.it/academy/nuove-tecnologie-per-la-valorizzazione-dei-beni-culturali/