ANAR: “La sindaca Raggi ponga fine all’abusivismo nel TPL di Roma”

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.

E’ notizia di oggi dell’ennesima revoca di due autorizzazioni pugliesi che lavoravano stabilmente nella capitale, che si somma alla centinaia già revocate su segnalazione della nostra associazione, costringendoci ad un enorme lavoro finalizzato a salvaguardare il poco lavoro rimasto per gli NCC e tassisti romani.

Così un una nota Ivano Fascianelli responsabile dell’ ANAR, eppure la sindaca ben conosceva la problematica già in campagna elettorale, quando tuonava nel confronto elettorale, che non sarebbe più stato possibile lavorare in modo permanente a Roma con una licenza NCC calabrese.

A distanza di cinque anni , il degrado nel nostro settore è evidente a tutti, e l’unica eredità lasciata dalla nostra sindaca all’ANAR è “aiutati che Dio ti aiuta”.

Associazione Nazionale Autonoleggiatori Riuniti

Ivano Fascianelli
Presidente A.N.A.R