Una lettera aperta alla Presidente del Senato della Repubblica ed al Presidente della Camera dei Deputati

NewTuscia – VITERBO – Gentilissima Presidente del Senato della Repubblica,
gentilissimo Presidente della Camera dei Deputati,

vi scrivo per sollecitare un impegno vostro e delle Camere da voi presiedute affinche’ finalmente si addivenga a un provvedimento legislativo che stabilisca la formazione di

Il responsabile del Centro di ricerca per la pace di Viterbo, Peppe Sini

tutti gli appartenenti alle forze dell’ordine alla conoscenza e all’uso delle risorse teoriche e pratiche della nonviolenza.
Gia’ piu’ volte nel corso degli ultimi venti anni sono state presentate proposte di legge in tal senso, sostenute da decine e decine di parlamentari, ma esse non sono mai arrivate alla discussione delle competenti commissioni e quindi delle aule.
Rinnovando la proposta vi chiedo di farvene parte diligente.
In calce si allega una lettera a tal fine inviata due giorni fa alle Ministre della Giustizia e dell’Interno e un’ampia documentazione.
Non c’e’ bisogno di aggiungere che troppe tragiche vicende chiamano ad una sollecita approvazione di un atto normativo per la formazione alla nonviolenza di tutti i pubblici ufficiali e massime di tutti gli appartenenti alle forze dell’ordine: la nonviolenza e’ una straordinaria ed irrinunciabile risorsa per difendere i diritti umani di tutti gli esseri umani, per salvare le vite.
Proprio chi ha il compito di difendere il debole dall’abuso del forte, proprio chi ha il compito di far rispettare la legge che riconosce ad ogni essere umano il diritto alla vita, alla dignita’, alla solidarieta’, ha assoluto bisogno di avere a disposizione i preziosi strumenti cognitivi, interpretativi, deliberativi ed operativi che la nonviolenza arreca a beneficio dell’umanita’.
Ogni vittima ha il volto di Abele.
Salvare le vite e’ il primo dovere.
Chi salva una vita salva il mondo.
Auspicando la vostra attenzione e il vostro impegno, vogliate gradire distinti saluti.

Peppe Sini, responsabile del “Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera” di Viterbo

Viterbo, 10 maggio 2021