Prende a pugni un altro automobilista a Porta Romana

NewTuscia – VITERBO – Lesioni al volto e prognosi di 7 giorni; Emiliano T. che si trovava con la famiglia a Viterbo il primo maggio per motivi familiari ha denunciato ai carabinieri come una lite iniziata in strada si sarebbe conclusa con un’aggressione. Con calci alla macchia e pugni in faccia.

Secondo la deposizione di Emiliano alle forze dell’ordine, tutto sarebbe degenerato dopo una frase rivolta al conducente di un suv con a bordo un uomo e una donna. “Guardi che qui non siamo ad Imola”, avrebbe detto al conducente della vettura che in via Raniero Capocci lo avrebbe superato senza badare alla freccia, impedendogli la svolta a sinistra.

Arrivati in contemporanea al semaforo di porta Romana, dopo la frase, l’uomo sarebbe sceso dall’auto e senza dare il tempo di reagire, avrebbe sferrato un pugno per poi prendersela con la macchina. Nel frattempo la moglie e i figli del signor T. erano spaventati e in lacrime.

Emiliano T. cerca qualcuno che possa testimoniare quanto accaduto e chiede a chiunque abbia assistito alla scena di contattarlo al numero 338 4180589.