Sostegni bis: Bianchini, che fine ha fatto il fondo perduto di 20 miliardi per il settore Horeca?

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.

«Nella bozza del decreto Sostegni bis è prevista la moratoria della restituzione dei prestiti garantiti, come richiesto da MIO Italia, e questo è un fatto importante e positivo. Allo stesso tempo, però, ne dobbiamo registrare uno molto negativo: il singolare taglio al fondo perduto per il comparto dell’ospitalità a tavola, indispensabile per la sua sopravvivenza. Dai 20 miliardi iniziali, su 40 totali previsti, si è scesi a 11 e rotti. Domanda: e gli altri 29 dove vanno? A scorrere la bozza emergono delle stranezze, cioè soldi da elargire lì dove non c’è crisi. Non è così che si salva l’Italia, che ha un’ossatura economica ben definita basata sulle piccole imprese, quindi sul comparto dell’ospitalità a tavola. Il decreto Sostegni bis è l’ultima occasione per salvare il salvabile. Se viene mancata, il Paese, già su un piano inclinato, non ce la farà più a risollevarsi».

Lo ha dichiarato Paolo Bianchini, presidente di MIO ItaliaMovimento Imprese Ospitalità.