Night aperto di giorno, ricorso al Tar per la revoca della chiusura

NewTuscia – VITERBO – Il night club in località Poggino, trovato durante un’ispezione dei Nas affollato di una quarantina di persone in pieno giorno, ha fatto ricorso al Tar del Lazio per la chiusura dell’esercizio e la revoca delle licenze rilasciate nel 2018, comprese quelle per la somministrazione di alimenti e bevande. Le ragioni addotte dalle autorità per le penalità inflitte sarebbero da ricondurre a gravi motivi di ordine e di sicurezza pubblica.

Per aggirate le norme imposte dal coprifuoco, il locale notturno aveva deciso di aprire da mezzogiorno con la “scusa” di aprire come bar. Entrando, di pomeriggio, i carabinieri avevano constatato che le persone presenti nel locale, già sanzionato ad ottobre e a febbraio, stavano violando le norme anticovid.

Secondo la deposizione in giudizio della nota della compagnia dei carabinieri di Viterbo avrebbe riscontrato che lavorava “come locale di intrattenimento e senza rispettare i divieti per il contenimento della pandemia, in pieno giorno dalle 12 in poi, motivo per il quale i gestori sono stati sanzionati e il locale chiuso”.