Maltrattamenti alla scuola dell’infanzia, due anni in primo grado alla maestra di Nepi

Tribunale di Viterbo

NewTuscia – NEPI – Condannata in primo grado a un anno, 11 mesi e 15 giorni di carcere dal giudice Gaetano Mautone, l’insegnate della scuola dell’infanzia di Nepi, Silvia Palma.

Secondo le motivazioni del giudice, i piccoli alunni vivevano in un clima di terrore laddove “per le scuole dell’infanzia non è previsto alcun tipo di punizioni per i bambini e l’uso di sanzioni corporali da parte dell’insegnante è espressamente vietato”.

I filmati delle telecamere nascoste avrebbero mostrato come una delle minacce che utilizzava per tenere a bada i bambini più vivaci di una classe composta da 14 maschi e 12 femmine, fosse “1,2,3.. schiaffo”; una volta aveva invece proferito di legarli alla sedia e prenderli a calci.

Uno dei bambini sarebbe stato più volte messo con la faccia al muro, un altro si sarebbe fatto la pipì addosso per il mancato permesso di andare in bagno.

L’insegnate, alla sua prima esperienza nel campo, sarebbe stata sospesa dal lavoro per un anno nel 2017. Era entrata nel 2016, motivo per cui le sono state riconosciute le attenuanti: la totale inesperienze, la mancanza di sostegno didattico, hanno alla fine deposto a suo favore e ha potuto beneficiare della sospensione condizionale della pena con l’obbligo di risarcire in sede civile le parti offese.