Davide Bordoni (Lega): “Non bastavano le criticità romane, adesso l’emergenza rifiuti scatta anche in provincia”

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.
Davide Bordoni

“Da mesi chiediamo il commissariamento del duo Zingaretti-Raggi il cui modello di gestione dei rifiuti si è risolto nello scaricare i conferimenti della Capitale su i comuni laziali limitrofi e in altre Regioni.” Così il vice presidente della Commissione capitolina Ambiente Davide Bordoni della Lega che aggiunge: “Prendiamo atto della richiesta dei sindaci di Civitavecchia, Frosinone e Viterbo, che chiedono l’intervento dell’Anci e del Ministero per affidare la gestione del ciclo integrato dei rifiuti ad un commissario ad acta.

Un appello che si unisce alle nostre richieste di intervento: il presidente Zingaretti deve smettere di nascondersi, deve dare delle risposte immediate ai suoi interlocutori istituzionali locali come agli stessi cittadini. Se non è in grado si facesse spiegare come funziona la gestione dei rifiuti, ovviamente le responsabilità pesano anche sul Comune perché Roma non ha una politica di gestione dei rifiuti.
La raccolta differenziata è bloccata, idem il porta a porta, in cinque anni non è stato progettato un solo impianto, la metà della flotta mezzi Ama è fuori uso e il personale è costretto a lavorare in condizioni difficili. Una serie di cause riconducibili solo all’operato dell’Amministrazione capitolina e alle sue scelte che hanno gettato la città nel caos rifiuti – conclude Bordoni – con la dimostrazione del fallimento politico e gestionale dell’Amministrazione Raggi”.
Così in una nota il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier Davide Bordoni