AISM incontra le istituzioni: in Provincia la firma della Carta dei Diritti delle persone con SM

NewTuscia – VITERBO – Venerdì 23 Aprile 2021 alle ore 11.45 si terrà un incontro tra le istituzioni locali e l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla – Sezione di Viterbo. “Uniti per l’affermazione dei diritti anche durante la pandemia” è il titolo dell’incontro, ma è anche il messaggio che gli organi istituzionali coinvolti ed i vertici locali dell’associazione vogliono inviare alla cittadinanza, per sottolineare l’importanza di fare rete e tutelare ogni persona con SM attraverso il coinvolgimento dei servizi territoriali della provincia.

L’evento si terrà nella sede della Provincia di Viterbo, all’aperto e nel pieno rispetto delle norme vigenti anti contagio Covid-19.

Parteciperanno all’incontro il Presidente della Provincia di Viterbo Pietro Nocchi; Il Sindaco della Città di Viterbo Giovanni Arena; il Direttore Generale ASL Viterbo Daniela Donetti; l’Assessora regionale Politiche Sociali, Welfare, Beni Comuni e ASP Alessandra Troncarelli; l’Assessora comunale alle Politiche Sociali, politiche giovanili e per la famiglia Antonella Sberna; Il Presidente provinciale AISM Viterbo Francesco Veleno; il Vice Presidente AISM Viterbo Vito Di Noto ed il Vice Presidente Nazionale Angeli in Moto Floriano Caprio.

Durante l’occasione verrà firmata la Carta dei Diritti delle persone con Sclerosi Multipla, un documento che intende rappresentare, affermare e tutelare ogni persona con SM nel quadro dei principi e valori affermati nelle Carte fondamentali dei diritti dell’uomo, della persona con disabilità, del paziente, elaborati a livello internazionale, europeo e nazionale.

Un sostegno formale con l’obiettivo di diventare un supporto concreto attraverso l’attivazione di specifiche politiche nei singoli comuni. Per arrivare a supportare ed informare tutte le persone coinvolte nella Sclerosi Multipla è indispensabile la partecipazione degli enti locali per facilitare il collegamento dei nodi della rete dei servizi territoriali.

Nella Provincia di Viterbo sono attivi servizi virtuosi di supporto alle persone con SM come il Percorso Diagnostico Terapeutico e Assistenziale (PDTAR) in collaborazione con la ASL di Viterbo; il progetto “Di Accessibilità della Città di Viterbo”; i servizi fisiatrici domiciliari e di consulenza CAF. Ma soprattutto tutto il lavoro che garantisce la Sezione di Viterbo alle persone coinvolte nella SM, con il ritiro e la consegna dei farmaci gratuita a domicilio grazie al supporto degli “Angeli in Moto”.

“Angeli in Moto” è un progetto di volontariato in cui alcuni gruppi di bikers locali si sono messi a disposizione dell’associazione per garantire la consegna dei farmaci a domicilio alle persone affette da SM. Attraverso un’organizzazione provinciale, regionale ed interregionale i bikers dotati di specifici contenitori per assicurare la qualità del farmaco, hanno consegnato i medicinali lasciando in regalo anche un sorriso.

Un supporto territoriale di fondamentale importanza che si è dimostrato ancora più necessario durante i periodi di lockdown, in cui le persone affette da SM avevano serie difficoltà ad uscire anche solo per procurarsi i medicinali necessari disponibili solo in quattro farmacie su tutto il territorio provinciale. L’attivazione di politiche di supporto territoriali strutturali diventa fondamentale e necessaria, soprattutto per quei paesi più lontani dai centri principali.

La sclerosi multipla (SM) è una malattia cronica che colpisce il sistema nervoso centrale e spesso diventa invalidante. La malattia interessa oggi oltre 126.000 persone in Italia e si stimano più di 3400 nuovi casi l’anno, principalmente giovani tra i 20 e i 40 anni di età. Nella Regione Lazio sono oltre 12.000 le persone con SM e soltanto nella nostra provincia si stimano circa 630 persone, dislocate sui vari comuni.

 

Provincia di Viterbo