Luce Nuova sui fatti vista “da dentro”: parla l’ideatore e conduttore Gaetano Alaimo

NewTuscia – VITERBO – A 4 mesi dall’inizio di “Luce Nuova sui fatti”, prodotta da NewTuscia Italia ed in onda su Tele Lazio Nord (c. 629 Dtt su tutto il Lazio) ogni giovedì in diretta alle 21, è tempo di primi bilanci. Non possiamo non partire, per saperne di più, da Gaetano Alaimo, ideatore e conduttore della trasmissione che ha rivoluzionato i palinsesti della Tuscia e del Lazio proponendo un format tematico d’approfondimento settimanale “scientifico”.

Gaetano Alaimo, come nasce “Luce Nuova sui fatti”?

“In primis un saluto a tutti i lettori. L’idea di creare una trasmissione tematica d’approfondimento l’avevo già da anni. Ho sempre pensato che quello che manca all’informazione locale, sia a livello provinciale che regionale, è un approfondimento dei grandi temi e dei fatti quotidiani che, ai ritmi dei media contemporanei, vengono ‘sparati’ spesso senza che i lettori possano capire in modo critico fatti, eventi, notizie. Ecco, “Luce Nuova sui fatti” vuole approfondire ogni settimana un ambito informativo specifico ed un tema portante analizzato “scientificamente”, dando la parola ad esperti e protagonisti”.

Può spiegarci gli esordi?
“Dopo avere avuto l’ok dalla direzione di Tele Lazio Nord, a cui avevo già parlato di una mia trasmissione da tempo, ho ideato lo specifico format di “Luce Nuova sui fatti”: ogni giovedì andiamo in onda in diretta alle 21 trattando la prima settimana del mese di cronaca, la seconda di politica e territorio, la terza di cultura e la quarta di economia e sport. Ho conosciuto Arianna Cigni, attrice professionista di teatro di Roma e, quasi d’impatto, ho creduto di poter condurre con lei per la sensibilità e le capacità umane e professionali che ha. Avrei potuto condurre da solo ma sono certo che le doti femminili sono fondamentali per un programma di successo. Siamo partiti con la puntata zero il 17 dicembre e, quindi, con la prima ufficiale il 7 gennaio 2021 parlando di cronaca nazionale”.

Quali sono i risultati del programma?
“Non voglio peccare di presunzione ma direi strabilianti. Abbiamo superato i 10 mila spettatori tra Web e Tv e abbiamo ormai un pubblico consolidato con un livellamento di audience in tutte e 4 le puntate, segnale, questo, che ormai il pubblico ci conosce ed è ben distribuito su tutte e 4 le settimane e gli ambiti informativi. Posso dire che stiamo avendo grande successo per la disponibilità a venire in trasmissione sia di personaggi Vip (da Vittorio Sgarbi a Nadia Bengala, passando per Amedeo Goria, Michele Cucuzza, Alice Sabatini, Paolo Tofoli, la genetista forense di fama nazionale Marina Baldi, lo psicoterapeuta Fabrizio Mignacca e gli assessori regionali Alessandra Troncarelli e Giovanna Pugliese) che di categorie come le forze dell’ordine, che non si sono mai tirate indietro per parlare dei fatti di cronaca più duri come l’omicidio e i reati che abbiamo descritto riprendendoli dai grandi casi nazionali. Parlando di risultati non posso che citare anche la sinergia con gli altri quotidiani online che rilanciano le dirette facebook e che pubblicano regolarmente i nostri comunicati: dobbiamo molto anche a loro. E non per ultimi i tecnici, sempre disponibili (Emanuele e Paolo), Gianmaria Santucci, coordinatore di redazione, e l’editore Renato Scifo”.

Che preparazione ed organizzazione servono per realizzare una puntata di “Luce Nuova sui fatti”?

“L’impegno è quotidiano. In primis serve ideare settimana per settimana l’argomento d’attualità e portante che sarà alla base degli interventi degli ospiti esperti in studio ed in collegamento. La scelta avviene solo dopo un’apposita riunione con lo staff, iniziando da Arianna Cigni (che si occupa di cronaca nazionale e di cultura) e degli altri collaboratori (gli opinionisti fissi Wanda Cherubini e Stefano Stefanini, Edoardo Ciccarelli per la cronaca locale, Maurizio Fiorani e Leonardo Pacini per lo sport. Grazie anche a Fabio Settembre per le foto e all’amico e collega Krassym, che ha iniziato con “Stai con me” all’inizio di questa avventura e Federica Chiarioni, responsabile marketing). Quindi vengono invitati gli ospiti che possono dare il loro contributo, suddivisi per le varie aree funzionali, in merito al tema ed argomento portante della puntata. Per fare un esempio: se parliamo di un noto caso nazionale di cronaca che poi attualizziamo nella realtà della Tuscia, sentiamo le forze dell’ordine sui reati descritti ma anche esperti psicologi e criminologi per approfondire il caso dal punto di vista scientifico analizzando anche varie fattispecie come la follia omicida, solo per dirne una. In questo senso ringrazio il Centro studi criminologici e il suo direttore Rita Giorgi per la continuativa disponibilità nel fornirci esperti per ogni puntata di cronaca. Insomma: è vero approfondimento. Non credo che, almeno a livello di televisione regionale, esista una trasmissione così”.

Come evolverà il suo programma?
“Stiamo testando alcune novità. In primis le inchieste sul territorio: abbiamo già parlato del problema delle barriere architettoniche. Quindi nuove collaboratrici che leggono le domande che arrivano dal Web e dai telespettatori. Sono con noi per ora Sharon e Sara. Sono partite altre collaborazioni esterne con esperti come l’infettivologo Dr. Giansisto Garavelli, la mental coach Giada Baccianella e la consulente benessere Monica Errani: loro sono rispettivamente a Pavia, Perugia e Ravenna. Questo conferma che per me conta la qualificazione e specializzazione funzionale nei vari ambiti del sapere e non solo se si è della Tuscia. Ciò non può che portare alto valore aggiunto al programma ed interesse da parte del pubblico. Poi ci saranno altre succose novità prossimamente ma, per ora, non anticipo nulla”.

C’è una puntata cui è più legato?
“Ce ne sono varie. Umanamente quella sulle barriere architettoniche e la Festa internazionale della Donna, per i risultati quest’ultima e quella sull’omicidio dell’Olgiata, come soddisfazione quella con Sgarbi e Miss Italia 1988 Nadia Bengala, venuta personalmente da Roma in studio”.

A chi dedica questi successi e chi ringrazia?
“Su tutti a mio padre Salvatore Alaimo che è venuto a mancare dal 2013: era editore di NewTuscia.it, produttore di Luce Nuova sui fatti ed amante dei lavori su video e montaggi. Questa trasmissione è il coronamento di un lavoro che ha avviato lui anni ed anni fa quando trasmettevamo un Tg definirei d’avanguardia via Web. Quindi a mia mamma Anna Marconi e a tutti quelli che hanno creduto in noi malgrado siamo partiti in piena pandemia nel gennaio scorso. NewTuscia.it partì nel 2008 all’esplosione della crisi economica: si vede che abbiamo nel Dna il fatto di dovere sempre compiere l’impresa per affermarci…ma se guardiamo i risultati penso che siamo più forti della sfortuna. Ad maiora!”.

“Luce Nuova sui fatti” va in onda ogni giovedì alle 21 in diretta su Tele Lazio Nord (canale 629 Dtt, ora visibile da tutto il Lazio), sulle pagine facebook di NewTuscia.it, Luce Nuova sui fatti di NewTuscia.it-TLN, Viterbonews24.it, Tusciatimes, Lafune, Lacittanews e sul circuito TLN.
Per informazioni e partecipare: 340/9409572lucenuovasuifattitln@libero.it