Diktat di Marini sui rifiuti: “Non tollereremo un’altra ordinanza di Zingaretti su Viterbo”

NewTuscia – VITERBO – “Il tempo è praticamente scaduto e il presidente Zingaretti continua a non dare risposte sui rifiuti di Roma: sappia che Viterbo non è disponibile a subire una nuova ordinanza, che imponga il conferimento di altra immondizia romana nella Tuscia. Rispondiamo esattamente come hanno fatto altrove: abbiamo già dato. Se l’emergenza continua, e senza studiare soluzioni non può che essere così, Zingaretti si rivolga altrove, magari a Colleferro, dove nel gennaio 2020 è stato chiuso il sito che accoglieva molti rifiuti della Capitale. Una chiusura annunciata in pompa magna, con la prospettiva di avere a breve quella che è stata definita la Fabbrica dei Materiali. Ecco, in attesa di questa futuristica e straordinaria innovazione, forse sarebbe utile riaprire la vecchia discarica di Colleferro, per accogliere l’immondizia che riempie i cassonetti di Roma. Importante è che non venga in mente a nessuno di continuare a vessare Viterbo, con ordinanze non concordate col territorio, arroganti e prepotenti. Lo ripetiamo ancora: la Tuscia non è la discarica del Lazio”.

Giulio Marini

È quanto dichiara Giulio Marini, delegato Ambiente e Rifiuti della Provincia di Viterbo.