“Così, per sempre”, il romanzo d’esordio di Marco La Greca che racconta Roma, gli anni ‘80 e un’intera generazione

NewTuscia – ROMA – Quattro amici diciottenni – il Pennello, il Grifo, Lele e Puddu – con personalità e ambizioni diverse, e la Roma di fine anni Ottanta, con la musica, la moda, lo slang e gli eventi sociali e politici che l’hanno caratterizzata.

Sono questi i protagonisti di Così, per sempre, romanzo d’esordio nella narrativa di Marco La Greca, edito da bookabook, prima casa editrice italiana che pubblica libri attraverso il crowdfunding. Il volume, già disponibile sia in edizione cartacea che digitale in tutti gli store online e nelle librerie italiane, è un vero e proprio romanzo di formazione, che si sviluppa lungo un arco temporale di un anno, l’ultimo del liceo dei quattro protagonisti.

L’occupazione del liceo Orazio e la preparazione della maturità, le prime esperienze e i primi amori, l’esplorazione della sessualità e l’incontro con l’omosessualità, le delusioni e i litigi, il dolore – quello vero e sconvolgente – da affrontare: il Pennello, il Grifo, Lele e Puddu, affiancati da un universo di personaggi fatto di genitori, compagni di scuola e insegnanti, intraprendono il loro percorso di crescita attraverso le tappe tipiche dell’adolescenza, arrivando a costruire rapporti sentimentali ed esistenziali che li porteranno a capire chi sono e cosa vogliono per il loro futuro.

Con una scrittura scorrevole, mai banale e in grado di mescolarsi con il gergo dei giovani romani degli anni Ottanta (spiegato anche con un piccolo “glossario” dedicato), l’autore consegna ai lettori un romanzo “pop” dal retrogusto amaro, che riesce a dosare spensieratezza e leggerezza a dramma, pathos e colpi di scena. Ad accompagnare la storia anche una colonna sonora con i brani, i testi e le melodie che affiorano tra le pagine e che, proprio come una macchina del tempo, hanno la capacità di rievocare suoni, colori, emozioni di un certo periodo storico.

Sono tutti questi gli elementi che rendono Così, per sempre un libro capace non soltanto di raccontare una generazione, quella che ha vissuto la fine degli anni Ottanta a Roma, ma anche di diventare un romanzo “universale”. Attraverso un accurato lavoro introspettivo e di ricerca nella memoria emotiva, l’autore è infatti riuscito a recuperare dettagli, vicende, emozioni, stati d’animo che permettono a lettori di qualunque età di ritrovarsi in esperienze e sensazioni vissute durante i propri anni di liceo, qualunque sia il “decennio” di appartenenza. In questo senso, anche le strade, i bar, il liceo del quartiere Talenti di Roma, in cui è ambientata la storia, sono punti di riferimento “locali”, che però assumono un valore simbolico e diventano così patrimonio comune, perché in nulla diversi dai luoghi nei quali a ciascuno è capitato di crescere e vivere le proprie esperienze.

“Pennello, Grifo, Lele e Puddu, e con loro tutti i personaggi del libro, sono certamente frutto della mia fantasia, così come le vicende narrate, ma è altrettanto vero che non c’è un solo ragazzo che abbia vissuto quegli anni al quale non sia realmente accaduto, o non sarebbe potuto accadere, almeno uno dei fatti raccontati nel libro”, spiega l’autore Marco La Greca.

Parte del racconto, infine, è anche il progetto grafico del libro. Firmate dall’illustratore Enrico Focarelli Barone, in arte “Frelly”, copertina e quarta diventano la rappresentazione artistica della storia, con i quattro protagonisti e la Lancia Delta che li accompagna nel loro “viaggio” durante l’ultimo anno di liceo, dal liceo Orazio di Roma (in cover) alla spiaggia di Torre Paola a Sabaudia (in quarta).

Il libro, ancora prima di arrivare in libreria, ha aggregato una community di diverse centinaia di lettori, che ha deciso di sostenerne la pubblicazione attraverso la campagna di crowdfunding lanciata da bookabook. Nata nel 2014, bookabook è infatti una realtà del tutto innovativa nell’ambito dell’editoria italiana: i testi, dopo essere stati pre-selezionati da editor professionisti, vengono proposti ad una community online di oltre 85.000 lettori che può accedere alle bozze, interagire con l’autore, scambiare opinioni e mettersi a disposizione per eventi di presentazione. Solo i testi che raggiungono l’obiettivo di 200 copie pre-ordinate arrivano infine sugli scaffali delle librerie: il lettore diventa, dunque, protagonista dell’intera vita del libro, dalla fase di editing a quella di distribuzione e di marketing.