Viterbese, batti il cinque! Gialloblù spumeggianti, 5-2 alla Casertana

NewTuscia – VITERBO / Il racconto del match tra Viterbese e Casertana

Dopo la lunga settimana vissuta dalla Viterbese, culminata con l’esonero di mister Roberto Taurino e il ritorno in panchina di Agenore Maurizi, i gialloblù si fiondano sul campionato con l’obiettivo di chiudere il discorso salvezza ed affacciarsi con prepotenza alla zona play-off.
D’altronde l’allenatore di Colleferro era stato chiaro in conferenza “la salvezza non basta”.
Avversario di giornata è la Casertana di Guidi, compagine che rievoca la brutta parentesi vissuta nel match di andata con la Viterbese che vinse (a norma di regolamento) contro i campani rimasti in 9, causa Covid-19.
La formazione dei padroni di casa è quella annunciata con Palermo vertice basso e il trio Tounkara-Simonelli-Murilo.

L’avvio della Viterbese è veemente, talmente tanto che la formazione di Maurizi passa in vantaggio dopo appena un minuto: punizione corta battuta rapidamente, la difesa rossoblù si apre e sul cross di Simonelli, Mbende ribadisce in rete di testa, 1-0 Viterbese.
I gialloblù sembrano in forma smagliante ma dopo la sfortunata traversa colpita da Murilo, l’ex Pacilli col dente avvelenato non perdona: gran tiro dal limite dell’area di rigore e Daga battuto, tutto da rifare per la squadra di casa.

Dopo il pareggio, la partita sembra prendere una piega più calma, ma cambia tutto nei minuti finali del primo tempo: fallo ai danni di Murilo e calcio di rigore per la Viterbese: dal dischetto va Tounkara che tira debolmente senza angolare troppo la traiettoria, Avella para ed è tutto da rifare.
Quando la prima frazione sembra terminare sul punteggio di 1-1, la squadra di Maurizi trova il raddoppio sull’ennesima palla inattiva sfruttata quest’anno, questa volta il più lesto di tutti è Murilo che con uno stacco imperioso porta i suoi sul 2-1.
Poco dopo la Casertana si complica ulteriormente la vita con l’espulsione di Del Grosso, reo di aver applaudito ironicamente l’arbitro.
Al riposo si va dunque sul punteggio di 2-1.

La ripresa non concede un attimo di pausa: al 56′ Matos, ex Ascoli pareggia su palla inattiva, anche se la posizione di fuorigioco pareva evidente. Ennesima dormita difensiva però della retroguardia casalinga.
La Casertana però ha un uomo in meno e la Viterbese sa giocare al massimo in ampiezza, questo le permette di trovare un uno due fantastico: prima Simonelli conclude alla grande azione palla al piede di Tounkara e soci, poi il centravanti gialloblù ribadisce splendidamente in rete su assist di Tassi. Finita? Neanche per sogno perché il neo entrato ex Ascoli vuole la gloria personale e sul finale di gara decide di saltare Avella e ribadire in rete, 5-2 Viterbese.
Delirio gialloblù al Rocchi, questa volta mister Guidi dovrà trovarsi altre scuse.

 

TABELLINO

VITERBESE (4-3-3): Baschirotto, Mbende, Camilleri (42°st Bianchi), Urso; Palermo (22°pt Ammari, 42°st Bezziccheri), Salandria, Adopo (21°st Besea); Murilo, Tounkara, Simonelli (21°st Tassi)
A disposizione: Bisogno, De Santis, Falbo, Rossi, Zanon, Menghi M., Porru
Allenatore: Agenore Maurizi
CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic, Carillo, Buschiazzo, Del Grosso; Matese (36°st Longo), Icardi, Santoro; Rosso (1°st Rillo), Matos (21°st Castaldo), Pacilli (21°st Izzillo)
A disposizione: Dekic, Zivkovic, Ciriello, De Vivo, Turchetta, Varesanovic, Bordin, Polito, Longo
Allenatore: Federico Guidi
ARBITRO: Aldaberto Fiero di Pistoia
1º ASSISTENTE: Lucia Abruzzese di Foggia
2º ASSISTENTE: Santino Spina di Palermo
QUARTO UOMO: Fabio Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto
Ammonizioni: 31°pt Icardi (CE), 37°pt Camilleri (VT), 47°pt e 47°pt Del Grosso (CE), 2°st Murilo (VT), 40°st Daga (VT)
Espulsioni: 47°pt Del Grosso (CE)