Sogin, precisazioni sulle dichiarazioni rese dall’Ing. Emanuele Fontani

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.

Con riferimento alle dichiarazioni rese dall’Ing. Emanuele Fontani, Amministratore Delegato di Sogin, durante l’audizione parlamentare del 6 aprile scorso, tenutasi presso le commissioni riunite Ambiente e Attività produttive della Camera dei Deputati, la società precisa che la frase “Non è semplicemente il Piemonte – come qualcun altro ha segnalato – ma, da un punto di vista di applicazione di questo criterio, il Lazio è sicuramente più interessante perché baricentrico sul territorio nazionale”, era riferita alla mera valutazione della distanza dai siti che attualmente ospitano i rifiuti radioattivi sul territorio nazionale. Tale considerazione era, pertanto, del tutto esemplificativa e finalizzata a sconfessare che esistano già scelte precostituite. L’esempio, al contrario, era volto a evidenziare che nulla è deciso. Il percorso di localizzazione del Deposito Nazionale è appena iniziato e si configura come un processo partecipativo che prevede il più ampio e trasparente coinvolgimento dei territori nella determinazione di una scelta che sarà condivisa.