NewTuscia-  ROMA – Riceviamo  e pubblichiamo.
Giulio Marini

“Da un anno, ormai, il senatore Mallegni, responsabile Turismo nazionale di Forza Italia, sta portando avanti uno straordinario lavoro di sensibilizzazione sul dramma del comparto turistico: parliamo di un settore che, nell’era preCovid, rappresentava il 13 per cento del Pil del nostro Paese, dando lavoro a oltre 3,5 milioni di persone, che arrivano a 7 con l’indotto.

Oggi, a causa delle chiusure dovute alle emergenze sanitarie e alla conseguente mancanza di visitatori, imprese e dipendenti sono alla canna del gas. In questo quadro, le proposte avanzate dal Dipartimento Turismo di Forza Italia – dall’istituzione di un fondo perduto di 3 miliardi all’azzeramento del cuneo fiscale sulle buste paga per le assunzioni a tempo indeterminato, passando per l’esenzione totale Imu su tutti i beni strumentali del settore – possono e devono rappresentare la pietra miliare su cui basare la ripartenza del comparto turistico nel nostro Paese.
L’auspicio è che tutto l’esecutivo Draghi faccia proprie queste idee, magari aggiungendone di nuove, ma in tempi rapidissimi: come abbiamo detto più volte, aziende e lavoratori non possono aspettare domani, devono essere sostenuti oggi”. È quanto dichiara Giulio Marini, responsabile Turismo di Forza Italia nel Lazio.