Marini (Fi): “Bene parole Draghi sul turismo ma ora serve decreto ad hoc”

 

NewTuscia – VITERBO – “Non si possono non apprezzare l’impegno e le belle parole del premier Draghi per il turismo, così come va riconosciuta l’importanza dei primi aiuti veri per il comparto, compreso il settore della montagna, letteralmente massacrato dal precedente Governo. Adesso, però, si può e si deve fare di più per il comparto turistico, pensando a un decreto ad hoc, che si occupi nel dettaglio di tutte le categorie: queste settimane di avvicinamento alla Pasqua saranno di passione per centinaia di migliaia di persone rimaste senza lavoro e per gli imprenditori costretti a tenere chiuse le loro attività. Siamo al 20 marzo e i primi soldi arriveranno sui conti correnti dall’8 aprile, ossia quando di fatto saranno già stati spesi. Lanciamo, perciò, un appello al presidente Draghi, al ministro Garavaglia e alla delegazione di Forza Italia al Governo, che ha mostrato finora di battersi non per inutili bandierine, ma nell’interesse degli italiani: lavorate, subito, non da domani, per far sì che il turismo, bloccato fino a Pasqua dalle chiusure, abbia presto altri aiuti concreti, con un apposito provvedimento. Pensiamo alle agenzie di viaggio, alle guide turistiche, agli interpreti e a tutti i coloro che non guadagnano un euro praticamente da un anno. Non basteranno certo i 700/800 euro che arriveranno dall’8 aprile, dopo essere stati dimenticati per dodici mesi. È necessario mettere a punto subito un provvedimento di sostegno economico per tutti, magari raccordandosi con i rappresentanti di categoria, o per chi vive di turismo stavolta sarà davvero la fine”.

È quanto dichiara Giulio Marini, responsabile Turismo di Forza Italia nel Lazio.