Lazio – Corrado: “Serve cambio di paradigma e turismo più sostenibile e responsabile”

NewTuscia – “Un cambio di paradigma in ambito turistico, già necessario prima della pandemia, diventa ora ancor più indispensabile alla luce dei nuovi scenari post Covid. L’evoluzione del mercato ci impone un turismo più sostenibile nella proposta e più responsabile nella fruizione, oltre che accessibile, dal punto di vista della sicurezza sanitaria. Abbiamo discusso di questo, nel corso della Commissione Speciale Turismo e Industria Alberghiera della Conferenza delle Regioni e delle Provincie Autonome, che si è riunita per esaminare le priorità da sottoporre al Ministro Garavaglia, nell’incontro del prossimo 24 marzo”.

Così in una nota Valentina Corrado Assessore al Turismo, Enti Locali, Sicurezza Urbana, Polizia Locale e Semplificazione Amministrativa, della Regione Lazio.

“Abbiamo una missione importante – ha dichiarato Corrado – che è quella di rilanciare un settore che rappresenta un asset strategico, agendo su due fronti: quello più immediato che deve vedere il sostegno ad un comparto che sta subendo un tracollo importante ed un altro a medio- lungo termine che deve necessariamente presupporre investimenti sul capitale umano, sostegno all’imprenditorialità,  rinnovamento dell’offerta turistica ricettiva,  potenziamento delle infrastrutture per la mobilità eco-sostenibile, sviluppo della digitalizzazione. La sfida per lo sviluppo del digitale dell’offerta pubblica e privata, è centrale. Così come centrale, nel più breve periodo, è comunicare la capacità di far trascorrere ai turisti, in tutta sicurezza, le vacanze nel nostro Paese”.

“Se va colta l’opportunità storica del Recovery Fund, con il quale sarà possibile realizzare interventi strutturali nel settore dell’innovazione tecnologica, per migliorare l’offerta turistica italiana, va presa in considerazione anche la possibilità di destinare una parte dei fondi  strutturali europei a supporto del comparto. Ritengo fondamentale che le proposte migliorative alle misure di sostegno, avvengano attraverso il confronto costante tra Ministero e Assessori regionali al Turismo, che a loro volta si rapporteranno con le Categorie e gli Enti Locali, per meglio rappresentare le esigenze che arrivano dai territori”, conclude l’assessore al Turismo della Regione Lazio.