NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.
“Abbiamo presentato una proposta di legge per mettere in campo un piano straordinario di interventi per lo sviluppo economico e la valorizzazione territoriale dell’Etruria meridionale”. Lo annunciano, in una nota, i consiglieri regionali del Lazio Marietta Tidei (Italia Viva) e Emiliano Minnucci (Pd). “La proposta – spiegano – ha come obiettivo quello di favorire lo sviluppo di un sistema in grado di dare vita a un nuovo modello di gestione del territorio, del patrimonio ambientale, del paesaggio, di salvaguardia e recupero dei beni storico-archeologici, artistici ed architettonici. “
Il territorio dell’Etruria meridionale – proseguono – ha bisogno di un modello di sviluppo ad hoc. Il territorio si estende da Civitavecchia a Fiumicino, toccando i Comuni che fanno parte del litorale nord della città metropolitana di Roma, ma anche quelli dell’entroterra intorno al lago di Bracciano a forte vocazione culturale e turistica nonché i Comuni dell’area dei Monti della Tolfa. E’ un territorio ricchissimo in termini di patrimonio naturale di eccezionale rilevanza, ancora in gran parte intatto e conservato secondo le originarie caratteristiche con aspetti litoranei, montani e lacustri. La proposta di legge punta a una programmazione tra Regione e Comuni mediante un Piano triennale capace di aggregare le comunità locali per permettere loro di presentare i progetti di sviluppo.
Tra i punti principali la valorizzazione ambientale e naturalistica, la realizzazione di interventi ed opere per la conservazione, la valorizzazione e la riqualificazione del patrimonio storico, artistico e archeologico. Ma anche la tutela del territorio attraverso interventi ed opere per la bonifica e il risanamento ambientale, con particolare riferimento alla tutela del settore idrico e del riassetto delle zone a rischio di dissesto idrogeologico. Bisogna poi puntare sulle infrastrutture e l’ottimizzazione della viabilità, con particolare riferimento al porto di Civitavecchia e all’aeroporto di Fiumicino.
E importante sarà anche la valorizzazione del grande patrimonio agroalimentare: in particolare puntando sulla presenza dei percorsi della strada del vino e dei prodotti tipici delle terre etrusco romane e dei Vini Igt. In un momento in cui siamo tutti chiamati a reinventare il nostro modo di promuovere territori creando sinergia; crediamo che anche questa legge, se dotata delle necessarie risorse finanziarie, possa costituire un importante strumento di rilancio. La nostra proposta di legge è chiaramente aperta alla sottoscrizione di tutti i colleghi, in primis quelli più radicati in questo territorio”, concludono Tidei e Minnucci.