Candidatura Unesco di Civita, i sindaci della buffer zone centrali nel percorso di candidatura

NewTuscia – BAGNOREGIO – Candidatura Unesco de Il Paesaggio Culturale di Civita di Bagnoregio, il site manager Casa Civita scrive ai sindaci della buffer zone per lavorare all’archivio della memoria che sarà realizzato negli spazi di Palazzo Petrangeli e costruire un percorso comune per vivere insieme a tutte le comunità interessate l’esperienza e l’occasione che hanno davanti.

I comuni che rientrano nella buffer zone della candidatura, oltre a Bagnoregio, sono Castiglione in Teverina, Lubriano, Civitella d’Agliano e Graffignano.

In questi giorni la segreteria di candidatura ha inviato una lettera ai sindaci sottolineando l’importanza di remare tutti nella stessa direzione. Ognuno è stato invitato  a inviare un video di saluto contenente un messaggio positivo di commento sull’occasione rappresentata dalla candidatura italiana a patrimonio dell’Umanità del Paesaggio Culturale di Civita di Bagnoregio.

La lettera è servita anche a condividere la prossima realizzazione di un archivio della memoria del territorio presso Palazzo Petrangeli, invitando i primi cittadini a consegnare a Casa Civita copie di testi in loro possesso, stampate negli anni, e che possono essere utili alla trasmissione dell’eredità culturale. Il dialogo tra il site manager Casa Civita e i cinque comuni protagonisti della candidatura: Bagnoregio, Castiglione in Teverina, Lubriano, Civitella d’Agliano e Graffignano; rappresenta un elemento importante per cogliere al meglio lo spirito del percorso che per tutto il 2021 e buona parte del 2022 interesserà il territorio