“Abusivismo Ncc perpetrato a Roma”

NewTuscia – ROMA – “L’ennesima vicenda di abusivismo perpetrato a Roma – dichiara Ivano Fascianelli di ANAR – da un quadro del TPNL massacrato da imprenditori e operatori ncc che fanno un uso difforme dell’autorizzazioni di Ncc”.

“In questo caso – prosegue la nota – le licenze erano state reperite a Vico nel Gargano, in Puglia, per operare stabilmente a Roma. Da settembre abbiamo iniziato un attività che parte con la segnalazione fino alla denuncia soprattutto nei comuni Pugliesi, calabresi e siciliani. Finalmente si stanno raccogliendo i frutti di tanto lavoro.
Aspettiamo adesso che l’assessore alla mobilità Pietro Calabrese normi l’accesso alla Ztl capitolina come
fanno in altre grandi città italiane, per contrastare questo fenomeno che frustra le attività degli operatori regolari di Ncc e taxi”.

Direttivo Ana