Luoghi del Cuore Fai, Civita di Bagnoregio fa brillare la Tuscia

Profili: “Risultato importante, abbiamo tenuto testa a luoghi molto popolosi e siti che interessavano il territorio di più province densamente popolate”. Bigiotti: “Con Casa Civita siamo riusciti a incidere rispetto alle passate edizioni”

NewTuscia – BAGNOREGIO – Grande successo per Civita di Bagnoregio al decimo censimento dei Luoghi del Cuore Fai. Il borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi ottiene 13.610 voti ottenuti, piazzandosi al 22esimo posto in Italia e al terzo nel Lazio.

“Era un ambito, quello del Fai, dove non avevamo mai lavorato e come primo censimento a cui partecipiamo attivamente, anche con il lancio di una ben strutturata campagna social, ritengo sia stato raggiunto un risultato importante. Arrivare con la nostra Civita terzi nel Lazio e 22esimi in Italia, Paese in cui è difficile competere sul campo della bellezza, è una grande soddisfazione per Bagnoregio e ritengo lo sia anche per l’intera Tuscia. Abbiamo tenuto testa a luoghi come Brescia, a siti candidati che interessavano anche più province molto popolose”. Queste le parole del sindaco di Bagnoregio Luca Profili.

Il lavoro è il segreto di un risultato così significativo e che sicuramente potrà essere migliorato negli anni a venire. La regia dell’operazione è stata portata avanti da Casa Civita srl, società partecipata del Comune di Bagnoregio. La campagna di comunicazione è stata pianificata e concretizzata all’interno della sede di Palazzo Petrangeli. Le biglietterie per Civita, sempre gestite da Casa Civita, hanno giocato una parte importante nell’ottenimento di un numero pesante di firme effettuando una raccolta diretta.

“Abbiamo creduto nella possibilità di ottenere buoni risultati e abbiamo centrato l’obiettivo – così l’amministratore unico di Casa Civita Francesco Bigiotti -. Per la nostra società è stato anche un banco di prova e rispetto alle passate edizioni, dove il numero di sostegni ottenuti era piuttosto modesto, i fatti dicono che siamo riusciti a incidere”.

Un risultato quello ottenuto dal borgo viterbese importante non solo a livello di promozione mediatica che ne deriva ma anche perché superare la quota dei 10mila voti apre per il Comune di Bagnoregio la possibilità di avanzare un progetto all’attenzione del Fai che potrà essere finanziato con i fondi, per un massimo di 30mila euro, messi a disposizione da Intesa Sanpaolo.