Bene Tounkara(in campo), Baschirotto spinge, Simonelli annebbiato: Le pagelle di Bisceglie-Viterbese

NewTuscia – VITERBO / Le pagelle del match tra Bisceglie e Viterbese

Daga, 5.5. Premessa: in certi frangenti bisogna essere portieri per capire dove finisce un errore e dove inizia la bravura avversaria. Nonostante ciò il ragazzo reduce da ottime prestazioni, sembra andare giù troppo lentamente nella rete del vantaggio decisivo.

Baschirotto, 6.5. Anche oggi uno dei migliori. Vero, cicca una palla gol importante ma quando parte sulla fascia di riferimento è molto difficile fermarlo, nella rete del vantaggio subisce fallo non visto dall’arbitro.

Markic, 5. Il migliore fino alla rete del vantaggio, anticipi e marcature perfette. Poi l’ineccepibile: la marcatura su Musso non bisogna farla vedere ai ragazzini della scuola calcio. Troppo grave e goffo l’errore.

Camilleri, 6. Nessun problema per il centrale arrivato dalla Pistoiese, dietro non sbaglia nulla. Difficile impostare in un campo simile.

Urso, 5.5. Poco prima del gol di Musso perde un pallone che nel proseguo dell’occasione, Cittadino manda alto sopra la traversa, dalla sua fascia si spinge poco e nulla.

Bensaja, 6. Sufficienza di stima. Fatica a creare gioco da play maker basso, il campo di patate non lo aiuta. Da calcio d’angolo risulta pericoloso con i suoi cross arquati.

Palermo, 6. Un pò macchinoso complice il ritorno in campo dopo l’infortunio muscolare ma rimane sempre l’unico centrocampista con la volontà di giocare ad uno o due tocchi massimo. Poco prima del cambio prova a forzare la giocata conquistando qualche punizione insidiosa, mal sfruttata dai compagni di squadra.

Adopo, 6. Sciupa un contropiede ottimo, anche qua l’attenuante del campo esiste ma non è decisiva. In mezzo al campo è comunque difficile rubargli il pallone con le sue lunghe leve.

Simonelli, 5. Si divora il terzo gol clamoroso nel giro di 4 giorni, i movimenti sono giusti ma la cattiveria e il mordente no, deve ritrovarsi.

Tounkara, 6.5. Per la recidività meriterebbe mezzo voto in meno, il cartellino rosso dalla panchina è inaccettabile. Allo stesso tempo però va giudicato per quanto fatto in campo e nel rettangolo verde, tiene palloni importanti per far salire la squadra.

Murilo, 5.5. Si prende un cartellino giallo pesante, anche lui salta la Vibonese, in campo è anonimo e raramente riesce a puntare l’avversario.

Salandria s.v

Sibilia s.v

Mbende s.v

Rossi, 6. Il dato di fatto è che quando entra, la Viterbese prende gol e non riesce a reagire. Le colpe del ragazzo sono però pressoché nulle considerando il fatto che di palloni giocabili negli ultimi 20 minuti non ne arrivano. Quando ha l’occasione il portiere avversario è miracoloso, era comunque in fuorigioco.