Azione studentesca: una rosa in tutte le scuole per i martiri delle Foibe

NewTuscia – Nella ricorrenza del 10 febbraio, in diverse città, i militanti di Azione Studentesca hanno depositato una rosa davanti agli istituti superiori, per ricordare il sacrificio dei Martiri delle Foibe e degli Esuli d’Istria, Fiume e Dalmazia.

“Duole constatare – dichiara Anthony La Mantia, presidente nazionale di Azione Studentesca – l’insufficienza con la quale ancora oggi viene trattato il tema delle Foibe, come se ci fossero stragi di serie A, e stragi di serie B.

Ancora oggi, infatti, il massacro di migliaia di italiani da parte dei comunisti jugoslavi e il dramma degli esuli istriano-dalmati vengono sistematicamente omessi nei programmi d’aula. Neanche il minuto di silenzio – costituzionalmente istituito – risulta ancora rispettato. Azione Studentesca propone al Ministero dell’Istruzione un incremento di visite guidate verso i luoghi delle stragi, per sensibilizzare i ragazzi e riscoprire la memoria condivisa.

La pagine di storia scritte dai nostri martiri – conclude La Mantia – sono sacre e un ricordo all’altezza del loro sacrificio è quanto mai doveroso, soprattutto nella scuola odierna, a difesa della coscienza nazionale delle generazioni più giovani minata dai deliri ideologici di una certa parte politica.”

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21