Incontro dei Comitati Pendolari delle ferrovie ex concesse con l’Agenzia di Controllo dei servizi comunali

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.

Martedì 2 febbraio i Comitati Pendolari della Triplice Intesa hanno incontrato in videoconferenza i funzionari dell’Agenzia per il Controllo e la Qualità dei servizi pubblici locali di Roma Capitale per esporre le preoccupazioni circa la situazione in cui versano le tre linee ferroviarie, molto critica anche prima della pandemia e da questa aggravata pericolosamente.

Mancanza di treni e di manutenzioni, cancellazione delle corse, lavori fermi da anni, degrado lento ma inesorabile del trasporto pubblico, Carta dei Servizi praticamente inesistente. Questi sono stati gli argomenti principali trattati nella riunione, a cui si è inevitabilmente aggiunta la preoccupazione generata dalla pandemia e dalla non applicazione della normativa.

Gli argomenti sono stati approfonditi con dovizia di particolari ed hanno trovato nell’Agenzia un attento ascolto, oltre ad una condivisione della preoccupazione sugli argomenti trattati. L’Agenzia ha reso noto di aver già da tempo sollecitato al Comune e ad Atac le risposte agli argomenti sollevati ed un intervento teso a migliorare la situazione, ma purtroppo non c’è stato seguito.

Nel corso della riunione gli interlocutori hanno manifestato grande interesse per le nostre argomentazioni e ci hanno assicurato che dagli appunti presi durante la riunione seguirà una lettera indirizzata al Comune ed Atac, di cui ci verrà data copia, così come delle eventuali risposte ricevute.