Sette nuove stelle variabili scoperte nella costellazione di Cassiopea dal team Gunvag

NewTuscia – TARQUINIA – Il 26 gennaio 2021 si è concluso un lungo studio su una piccola porzione di cielo nella costellazione Cassiopea, con ben sette nuove scoperte;  il gruppo di ricerca “GUNVAG Team”, composto dalle associazioni Gruppo Astrofili Galileo Galilei, Gruppo Astrofili Palidoro, Osservatorio Astronomico Nastro Verde e Telescopio Remoto UAI (Unione Astrofili Italiani), ha individuato ben 7 stelle variabili prima ignote dando un importante contributo scientifico sullo studio di tali tipologie di stelle.

Tra le scoperte due variabili di tipo Beta Lyrae, una tipologia  piuttosto rara;  la stella prototipo di tali variabili è appunto la stella beta della costellazione della Lyra, binaria ad eclisse  vicina alla stella Vega.

La stella Delta della costellazione dello Scudo pulsa  con un periodo molto breve, di sole 4,6 ore ed  è il prototipo di un’altra classe di variabili di cui fanno parte due delle scoperta; le stelle di tipo delta Scuti sono giovani, con tipi spettrali da A a F.

Questi meravigliosi scenari stellari sono stati individuati e caratterizzati grazie al lavoro congiunto di Paolo Zampolini (segretario del Gruppo Astrofili Galileo Galilei) Giorgio Mazzacurati (del Gruppo Astrofili Galileo Galilei) Giuseppe Conzo, Paolo Giangreco Marotta, Mara Moriconi, Gabriele Spaziani, Nello Ruocco, Giorgio Bianciardi.

Il presidente del Gruppo Astrofili Galileo Galilei
Antonio Giarrusso

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21