Traffico internazionale di droga, maxi operazione dell’Antidroga: 9 arresti e circa 4 kg di cocaina sequestrati (Foto e video)

NewTuscia – VITERBO – “Operazione Nuova alba”, questo il nome dell’indagine svolta con successo dalla sezione antidroga di Viterbo.

Tutto ha inizio nel settembre 2019, con l’arresto di un giovane albanese in possesso di 21,4 grammi di cocaina e 470 euro. All’uomo venne sequestrata anche l’auto, ossia una Smart utilizzata per l’attività di spaccio. A seguire poi l’esame del telefono dell’uomo, il quale ha fornito elementi idonei e sufficienti affinché potesse partire un’ulteriore attività investigativa, sotto il coordinamento della procura della Repubblica di Viterbo, la quale ha portato ad una serie di arresti di altri giovani albanesi ed al sequestro di grossi quantitativi di cocaina, soldi e smartphone BQ Acquaris -molto diffusi nelle attività di spaccio internazionale- e alcune auto, una delle quali utilizzata per lo svolgimento dei servizi antidroga.

Specificamente il 28 dicembre 2019, avvenne un arresto di un altro cittadino albanese, al quale vennero sequestrati 302,2 grammi di cocaina, 5090 euro è una Smart. Si arriva così poi al 14 marzo del 2020, quando è un terzo albanese a finire in manette, il quale viene trovato in possesso di 519,2 grammi di cocaina, 15850 euro e gli viene sequestrata una Citroen.

Dopo aver approfondito la rete dei contatti legati agli arresti, dopo un lungo pedinamento, viene arrestato un italiano considerato strettamente connesso al primo arresto, avvenuto nel settembre del 2019.

Grazie alle prove raccolte, ai successi riscontri e agli arresti, è stato possibile proporre ai pm titolari del fascicolo d’

Grazie alle prove raccolte, ai successi riscontri e agli arresti, è stato possibile proporre ai pm titolari del fascicolo d’indagine, di richiedere ed ottenere  una misura cautelare nei confronti di un cittadino albanese residente in provincia, considerato il diretto referente del suo superiore e residente all’estero. Proprio quest’ultimo è stato arrestato il 5 giugno 2020, su ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Viterbo. Il proseguimento delle attività di riscontro sul territorio ha portato ad ulteriori arresti: il 14 agosto 2020 viene arrestato l’ennesimo uomo albanese, trovato in possesso di 206,6 grammi di cocaina e 2850 euro, il 20 agosto un altro albanese viene sorpreso con 166,3 grammi di cocaina, 420 euro ed una Lancia e, infine, il 21 ottobre ancora un albanese viene arrestato poche in possesso di 498,5 grammi di cocaina.

Inoltre, a seguito di una parallela attività di sviluppo investigativo dei dati emersi nel corso dell’intera attività, il 23 dicembre è stato arrestato l’uomo connesso e superiore agli altri indagati, latitante all’estero, infatti arrestato in Belgio grazie ad una grande cooperazione degli enti di polizia internazionale.  L’uomo è stato dunque riportato in Italia e, una volta atterrato a Fiumicino, sottoposto all’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere per mano della squadra mobile di Viterbo e dell’ufficio polizia di frontiera Roma-Fiumicino.