NewTuscia – VITERBO – Momenti tesi in Provincia, con la maggioranza spaccata. se Forza Italia continuerà a rimanere in maggioranza e a sostenere il presidente Pietro Nocchi, Lega e Fratelli d’Italia escono dall’alleanza.

Il voto sul bilancio dell’ente troverà l’astensione di questi ultimi. In particolare, Ombretta Perlorca e Matteo Costa danno vita ad nuovo gruppo consiliare, “Lega Salvini Lazio”.

La comunicazione è stata data durante la seduta in aula in via Saffi, ma già ieri il senatore Umberto Fusco aveva anticipato l’uscita della Lega dalla maggioranza di Palazzo Gentili.

Maggioranza e opposizione potranno ora contare in Provincia rispettivamente su 8 (centrosinistra più Fi) e  su 4 consiglieri (due della Lega e due di Fdi). A Forza Italia restano la delega all’ambiente, gestita da Giulio Marini, e la vice presidenza di Alessandro Romoli.

Secondo il senatore Fusco, la Lega ha appoggiato il presidente Nocchi responsabilmente nel corso della gestione dell’emergenza Covid, ma “adesso non ci sono più i presupposti per andare avanti, visto che la politica della Lega è diversa. Ci asterremo sul bilancio, questo per fare in modo che l’attività della provincia prosegua”.

Si sono astenuti in commissione e lo faranno anche in consiglio, ma ormai le strade si separano; le deleghe della Lega, Polizia provinciale ed edilizia scolastica, verranno ritirate, mentre Fdi non aveva.

Alla base della spaccatura, secondo la dichiarazione letta dal consigliere provinciale della Lega Matteo Costa, ci sarebbe “la mancanza di condivisione e confronto, nonché l’assenza di programmazione sui territori della provincia”.