Tribunale di Viterbo

NewTuscia – VITERBO – Il processo ad un noto avvocato accusato di estorsione nei confronti di una cliente che non aveva corrisposto l’onorario, doveva svolgersi ieri, ma non è potuto proseguire a causa della prescrizione del reato imputatogli.

I fatti risalgono a circa dieci anni fa, quando il professionista assistette un’operatrice scolastica impiegata presso lo l’istituto dove lo stesso era docente per poi non ricevere il compenso dopo la sentenza positiva, che lo hanno portato a ripetuti atti a danno della ex cliente, compresa la minaccia di toglierle la casa per venderla all’asta.

Il giudice pelale ha però rilevato che i titoli esecutivi ottenuti dall’avvocato erano falsi.

Per lui niente condanna penale vista la prescrizione, ma in sede civile dovrà affrontare le conseguenze dovute al falso, e dunque restituire le somme percepite indebitamente.