Il vescovo Ruzza scrive alla comunità di Civitavecchia-Tarquinia “per condividere alcune riflessioni sul Natale”

Per l’occasione la diocesi mette online il nuovo sito www.chiesadicivitavecchia.it

 NewTuscia – TARQUINIA – «Scegliamo di vivere come “pastori nella notte” l’esperienza contemplativa che ci pone dinanzi al Mistero dell’Incarnazione del Signore Gesù». È l’invito del vescovo Gianrico Ruzza nella lettera di Natale inviata oggi, 18 dicembre, alla comunità di Civitavecchia-Tarquinia. Il presule sceglie così di «condividere alcune piccole riflessioni» in quello che è «il primo Natale che viviamo insieme».

Il vescovo si sofferma sul Natale che vivremo in un contesto molto particolare. «Il Mistero liturgico è integro e ci permette di rivivere, come ogni anno, l’evento che ha cambiato la storia del mondo: l’Incarnazione del Signore. Il contesto ambientale in cui celebriamo la solennità del Natale, però, è straordinario: la pandemia ci costringe a rivedere le abitudini e le tradizioni popolari che accompagnano questo momento della vita religiosa e culturale del nostro popolo. Siamo, infatti, al centro di una crisi sociale, culturale, sanitaria molto forte: la paura e l’instabilità sembrerebbero prendere il sopravvento sulla gioia e sulla speranza. Abbiamo bisogno di “segni” forti, che parlino al nostro cuore affaticato e preoccupato».

«Giungiamo a Natale – continua il presule – con molte preoccupazioni e con un forte desiderio di pace e di serenità. Come possiamo vivere tutto questo? Anzitutto accogliendo la chiamata a fidarci del Signore, che compie le sue promesse; anche nelle difficoltà che viviamo in quest’ora delicatissima della storia, Dio si rende presente e la celebrazione dell’Incarnazione ci rafforza nella consapevolezza di essere amati e custoditi dalla Provvidenza divina».

In occasione della presentazione del documento di monsignor Gianrico Ruzza, la diocesi ha pubblicato il nuovo sito internet. Con una veste grafica rinnovata e un’organizzazione interna che offre maggiore spazio alle notizie e ai contenuti multimediali.

Anche il dominio è stato modificato, si accede infatti dall’indirizzo www.chiesadicivitavecchia.it; per un periodo di tempo anche con le vecchie coordinate si verrà reindirizzati al nuovo portale.

Il sito, interattivo anche con le piattaforme dei social network Facebook, Twitter e YouTube, dopo un periodo di implementazione offrirà anche la pubblicazione di una newsletter settimanale che verrà inviata a quanti si iscriveranno nell’apposito modulo online.