Cambiamo con Toti Montagna: Strade provinciali: a quando gli interventi?

NewTuscia – PISTOIA – Riceviamo e pubblichiamo. È quasi ridondante tornare a parlare di strade provinciali nella montagna pistoiese, ma in questi giorni tra i problemi sulla SP20, articoli di giornale sul ponte di Maresca e gli immancabili problemi di spalatura della prima neve, è praticamente d’obbligo.

Strano che non sia stata ancora rammentata la SP633, che è stata tanto al centro delle polemiche l’estate scorsa, per via dell’abbassamento del limite di velocità a 30 Km/h e soprattutto per il divieto di transito ai ciclisti.

Sia per la SP633, che per il ponte di Maresca, che per altri interventi, si sono succeduti annunci che a breve sarebbero partiti i lavori, ma sempre procrastinandoli.  Sembra di assistere al deja vùdelle lungaggini fatte per il ponte dei Mandrini.

Tra l’altro pensiamo che si sia perso una occasione abbastanza unica, visto che in questi tempi per via dell’emergenza COVID 19 la mobilità è ridotta e questo avrebbe consentito di effettuare gli interventi, senza troppo disturbo, in modo di avere strade a posto, per la prossima stagione estiva.

Infatti dobbiamo vedere al futuro e al dopo covid. Già avremo le attività dell’alta montagna rovinate dall’aver scelto di chiudere le piste da sci. Quindi ci dovremo attivare per il turismo estivo, per salvare il salvabile, e questo passa anche per una rete stradale decente. Senza contare che stiamo parlando di interventi urgenti che aspettiamo ormai da mesi.

Quindi invitiamo la provincia ad attivarsi in modo rapido per questi interventi. Noi intanto ci stiamo interfacciando con i nostri parlamentari, per proporre aiuti adeguati per gli impianti sciistici dell’Abetone.

Antonio Gambetta Vianna
Marco Poli
Cambiamo! con Toti montagna