Vitorchiano, blackout: il sindaco chiede chiarimenti all’Enel

Grassotti: “Massimo rispetto per chi lavora sul campo. Ma i tempi di ripristino sono stati troppo lunghi”

NewTuscia – VITORCHIANO – In seguito all’interruzione dell’energia elettrica che, a partire dalle ore 21.30 di martedì 8 dicembre 2020 e fino alle 11.00 di mercoledì 9, ha interessato la zona di Paparano a Vitorchiano (VT), il sindaco Ruggero Grassotti ha chiesto chiarimenti all’Enel sulla lunghezza dei tempi dell’intervento di ripristino, sottolineando la necessità di rafforzare e implementare la rete a servizio di un’area molto popolata.

Si è trattato di un blackout importante – dichiara Grassotti – che per ben 14 ore ha colpito circa 750 utenze lasciando migliaia di persone senza corrente per tutta la notte e la successiva mattina. Immaginiamo facilmente cosa significhi doversi preparare per andare al lavoro o a scuola senza elettricità a disposizione. Dal momento che questa parte di rete è oggetto di frequenti interruzioni prolungate, ho ritenuto giusto rivolgermi all’Enel per chiedere chiarimenti sui tempi di intervento, che a mio avviso sono stati troppo lunghi, e sull’opportunità di provvedere a un miglioramento della rete stessa, per ridurre la frequenza dei guasti e garantire la soluzione di eventuali problemi in maniera più rapida ed efficace“.
“L’area di Paparano – conclude – non va più considerata come una zona rurale, ormai è una porzione urbana a tutti gli effetti, vista la quantità di cittadini che vi abita, e quindi deve godere delle stesse attenzioni riservate alle aree urbane. Ho il massimo rispetto per i tecnici che sono operativi sul territorio in questo periodo così complicato, sia per il Covid-19 sia per le condizioni meteorologiche, però credo che sia quanto mai necessario intervenire in modo più tempestivo in caso di guasti e porre un freno queste interruzioni di energia elettrica che capitano troppo spesso“.

COMUNE DI VITORCHIANO