Il direttore delle poste implicato nella rapina del 28 novembre a Canino

NewTuscia – CANINO – A mano armata e vestiti da fattorini, i rapinatori che il 28 novembre hanno hanno seminato il panico nell’ufficio postale per poi fuggire con un bottino di circa 200mila euro, sembrerebbero essere stati finalmente individuati.

Le indagini delle forze dell’ordine si sono concentrate fin da subito sul riconoscimento dell’auto parcheggiata proprio di fronte al locale e ripresa dalle telecamere di videosorveglianza della zona. Tra i nove indagati, sono stati individuati e tradotti in carcere 5 responsabili.

In combutta con i rapinatori e nel ruolo di talpa sembrerebbe esserci stato il direttore dello stesso ufficio postale; trovato dai carabinieri in possesso di trentamila euro in contanti, l’uomo ha raccontato la sua versione con tanto di nomi e cognomi sui presunti membri della banda, a quanto pare formata da giovani.

Per il momento della refurtiva sono stati ritrovati solo i 30mila euro suddetti.