NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.

«Avremmo voluto partecipare alla diretta di Buongiorno Regione avvenuta questa mattina a Piazzale Flaminio, in merito ai disservizi riscontrati nella Roma-Viterbo. Soltanto per avere delucidazioni dal Direttore Ferrovie di Atac, ospite insieme a Legambiente Lazio e al Comitato Pendolari, rispetto alle cause effettive che hanno indotto il personale di macchina a rifiutare gli straordinari da un giorno all’altro, decimando la programmazione dell’esercizio, e sui provvedimenti adottati dall’Azienda per contenere tale protesta. È stato erogato un corrispettivo maggiore o cosa?

Punti per noi indifferibili, considerato il caos generato, aggravato dalla pandemia, ai quali va fatta chiarezza. In questa partita, ribadiamo, la carenza di materiale rotabile e la scarsa manutenzione degli stessi hanno giocato un ruolo marginale, le corse sono state cancellate, dati alla mano, per indisponibilità del personale. Tutta un’altra storia, quindi. Per cui apprezziamo l’impegno del Direttore, ma rimaniamo insoddisfatti dal messaggio emerso nella trasmissione televisiva. Chiediamo al Presidente della commissione trasporti della Regione Lazio di convocare una seduta specifica su quanto accaduto sulla linea nelle scorse settimane: non può passare l’idea che 50 persone possono tenere sotto scacco oltre 100mila utenti».

Lo riferisce in una nota l’Associazione TrasportiAmo.