E’ nato il coordinamento per l’ambiente delle federazioni di Rieti e Viterbo di Rifondazione Comunista/SE

NewTuscia – VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo. E’ nato il coordinamento per l’ambiente delle federazioni di Rieti e Viterbo di Rifondazione Comunista/SE, allo scopo di analizzare i problemi, formulare proposte e iniziative in materia ambientale dei rispettivi territori.
Tra le molteplici emergenze hanno ricevuto particolare attenzione quelle relative alla realizzazione di nuovi impianti sciistici sul Terminillo, il cui progetto prevede l’abbattimento di decine di ettari di faggete secolari, oltre a due invasi idrici dai quali ricavare l’acqua necessaria alla produzione di neve artificiale, poiché quella naturale è sempre meno presente a causa dei cambiamenti climatici in corso. Sarebbe sufficiente ammodernare quelle già esistenti ed eventualmente mettere in campo un progetto per una migliore fruizione dei sentieri  e delle bellezze paesaggistiche della zona.

Anche nel Viterbese le faggete sono a rischio di sfruttamento dissennato, in particolare quelle “depresse” (cioè situate sotto gli 800 metri slm), che costituiscono un patrimonio naturale di particolare valore, riconosciuto in alcune aree persino dall’UNESCO come “Patrimonio dell’Umanità”. Al pericolo che corrono le faggete viterbesi, si aggiunge quello inquinante causato dalla monocoltura dei noccioleti, che sta invadendo, anche con un uso incontrollato di fitofarmaci, aree sempre più vaste del territorio, fino a zone non adatte all’ecologia del nocciolo, il che implica anche un grande consumo di acqua.

Proprio la gestione dell’acqua nelle due province da parte di due S.p.A Talete e APS, sta mostrando che la forma privatistica di tale gestione ha prodotto solo un aumento enorme delle tariffe di un bene, che come sancito dal Referendum del 2011, dovrebbe essere fruito senza logiche legate ai profitti, per i quali sono invece costituite le Società per Azioni. Nessun’opera di riparazione delle dispersioni dovute a rotture delle tubature, nessuna razionalizzazione della rete idrica è stata realizzata a beneficio della cittadinanza.
Su questi temi in particolare e sulle questioni ambientali in generale,  i comunisti reatini e viterbesi sono impegnati a mobilitarsi insieme a tutti coloro che intendono tutelare la salute di questi ambienti e di chi ci vive.
Rifondazione Comunista – Sinistra Europea
Coordinamento Rieti e Viterbo per l’Ambiente