NewTuscia – SUTRI – “Il pressappochismo dell’ultimo Dpcm oltre ad essere contraddetto dall’ordinanza del presidente della provincia autonoma di Trento, Fugatti, al quale ho deciso di assimilare l’ordinanza sindacale di Sutri, cittadina di cui sono sindaco, non stabilisce alcuna penalità per i ristoratori che continuano la loro regolare attività oltre le ore 18.00.
L’osservazione è condivisa da insigni giuristi che si sono pronunciati sulla materia”. Lo afferma Vittorio Sgarbi, deputato e sindaco di Sutri, secondo cui “dilettanteschi e inadeguati appaiono dunque i Dpcm del presidente del Consiglio”.
Comunicazione di Vittorio Sgarbi